Titolo sempre più vicino per Chelsea e Bayern, lotta serrata in Spagna e Francia

43

Il punto sull’ultimo weekend di calcio nei maggiori campionati esteri

Bundesliga: ulteriore allungo in classifica per la capolista Bayern Monaco dopo la vittoria dei bavaresi ospiti del Borussia Monchengladbach: basta l’1-0 firmato Thomas Muller per consentire agli uomini di Ancelotti di allungare a +13 sul Lipsia. Secondo tonfo consecutivo (3-0) per la seconda forza del campionato tedesco che crolla in casa del Werder Brema tredicesimo in classifica, fatali le reti di Junuzovic, Grillitsch e Kainz. I “Tori Rossi”, a quota 49 punti, ora dovranno fare attenzione al ritorno di Borussia Dortmund (vittoria per 1-0 contro l’Ingolstadt firmata dal solito Aubameyang) e Hoffenheim (1-0 contro le “Aspirine” del Leverkusen), rispettivamente a 46 e 45 punti. In zona retrocessione serratissima la lotta per la salvezza, con ben 4 squadre (Magonza, Werder Brema, Augusta e Wolfsburg) appaiate a quota 29 punti, solo due lunghezze sopra al terzultimo posto per il momento occupato dal sempre presente in Bundesliga Amburgo (27 punti). Qualora finisse oggi il campionato, “Dinosauri” allo spareggio, con Ingolstadt e Darmstadt direttamente retrocesse (19 e 15 punti).

Premier League: prosegue la sua marcia inarrestabile il Chelsea di Conte con una vittoria in casa dell’ostico Stoke City: al gol di Willian risponde su rigore Walters, ma nel finale di gara all’87′ arriva il sorpasso definitivo di Cahill per la gioia del tecnico italiano sempre più vicino alla vittoria del campionato inglese. Rimane aggrappato a -10 il Tottenham di Pochettino vincendo 2-1 contro il Southampton di Manolo Gabbiadini, vittoria che permette agli Spurs di staccare City e Liverpool, protagonisti dell’1-1 di Manchester che non accontenta nessuno dei due contendenti. Sembra invece essere crollato definitivamente l’Arsenal di Wenger, sconfitto per 3-1 dal WBA e sorpassato in classifica dal Manchester United al quinto posto. Continua invece il momento di ripresa del Leicester che centra la terza vittoria consecutiva da quando Shakespeare ha sostituito Ranieri: 2-3 al West Ham firmato Huth, Mahrez e Vardy e terzultimo posto ora distante 6 punti per le Foxes. Lotta salvezza interessante con il Sunderland ultimo a 20 punti preceduto da Middlesbrough e Hull rispettivamente a 22 e 24 punti, salvo per il momento lo Swansea a 27 ma tutto ancora incerto a 10 giornate dalla fine del campionato.

Ligue 1: piani alti invariati in Francia con sempre capolista il bel Monaco di Jardim vittorioso anche questa settimana per 3-0 in casa del sedicesimo Caen: doppietta del baby prodigio Mbappe e Fabinho a consolidare i 71 punti valevoli per il primato in campionato. Rimane secondo il Psg di Emery a 68 punti che la spunta nel big match contro il Lione, 2-1 per i parigini trascinati dal duo di centrocampo Rabiot e Draxler, inutile il gol del vantaggio di Lacazette per gli ospiti quarti a 50 punti. Terzo posto valevole per i preliminari di Champions ancora in mano al Nizza di Balotelli, fermato 1-1 sul campo del Nantes undicesimo. Pari anche per il Marsiglia di Rudi Garcia (quinto a 46 punti insieme al Bordeaux) che impatta 0-0 in casa del Lilla 14esimo. Ultime posizioni dove a lottarsela per salvezza troviamo il Nancy terzultimo a 28 punti insieme al Dijon, Bastia e Lorient in fondo a tutti con 25 punti per entrambe.

Liga: campionato ancora apertissimo in Spagna grazie al solito duello firmato Real Madrid e Barcellona. Blancos sempre primi (65 punti) con una partita in meno da giocare dopo la vittoria al nuovo San Memes di Bilbao contro l’Athletic: un Cristiano Ronaldo versione assist-man permette a Benzema e Casemiro di “matare” 2-1 i baschi in gol con Aduriz. Il Barcellona invece si aggiudica il match contro il Valencia di Simone Zaza (14esimo con 30 punti) grazie alle reti di Suarez, doppietta di Messi e Gomez, mentre per i Pipistrelli in rete Mangala (poi espulso per trattenuta) ed El Haddadi. Catalani stabili al secondo posto con 63 punti a +6 dal Siviglia terzo che invece perde nel big match contro l’Atletico Madrid di Simeone, impostosi 3-1 al Calderon con le reti Godin, Griezmann e Koke. Rete della bandiera per Correa con la squadra guidata da Sampaoli che adesso dovrà fare attenzione ai Colchoneros quarti a sole due lunghezze. Brutta sconfitta anche per il Villareal quinto in classifica (48 punti), battuto 3-1 in casa della rivelazione Las Palmas. In gol anche l’ex milanista Boateng a quota 8 reti in campionato con tanto di record personale. Nella parte bassa della classifica scontro salvezza tra Gijon e Granada con i primi ad aggiudicarsi il match per 3-1 e scavalcare i rivali al terzultimo posto (18esimo posto a 21 punti e 19esimo a 19 punti). Sempre più destinato alla retrocessione l’Osasuna di Sirigu solo al 20esimo posto con 11 punti e nuovamente sconfitto in settimana dal Betis Siviglia per 2-0.