Reja: “Vittoria importante dal punto di vista psicologico”

101

reja_edy

L’allenatore biancoceleste Edy Reja ha analizzato la partita contro il Parma nella conferenza stampa post partita, ecco le parole riportate da lalaziosiamonoi.it dopo il raggiungimento dei quarti di finale di Coppa Italia: “Mi aspettavo Anderson, che domenica era titubante, invece questa sera ha fatto una buona prestazione. Mi auguro che da stasera abbia ripreso fiducia dei propri mezzi. Bravo Onazi, Perea è un giocatore importante che fa reparto da solo e segna. C’è stato qualche problema dietro, il Parma ci ha graziati ed è andata così. Dobbiamo ritrovare la condizione, Ederson e Radu non stavano al meglio. Sono stato costretto a mettere Candreva che non era nei programmi. Ci è andata bene, la prestazione alla fine è stata positiva”. Reja si sofferma su alcune prestazioni: “Ederson ha grandi colpi, salta l’uomo, ha tiro. Il suo ruolo credo sia quello dietro la punta, ma ha bisogno del campo, altrimenti non trova la condizione. Il nostro campionato è difficile. Biglia ha grande carattere, ha voluto giocare nonostante non sia stato al meglio. Ha mezzi, qualità e a Udine ce la farà vedere”

Una vittoria tanto sofferta quanto importante: “Dal punto di vista psicologico vuol dire tanto. La squadra non era sicura è stato questo il problema. C’è timore, pochi movimenti. I problemi sono sia fisici che mentali, se sistemiamo solo il 10% di questi problemi ad ogni partita stiamo messi bene”. La scelta della formazione iniziale:”Ho messo gli uomini che stavano messi meglio fisicamente. Alcuni non sono giovanissimi, altri giocano sempre. Novaretti e Ciani se non giocano queste partite non giocano mai. Perea volevo testarlo e mi ha risposto con i due gol. Lo stesso Anderson, ha reagito, ha fatto bene. Se non fosse stato così l’avrei messo un po’ da parte”. C’è bisogno di rinforzi: “La squadra ha qualche necessità di prendere qualche giocatore per dare maggiore spessore al gruppo. Si vedrà”. Le condizioni fisiche di Radu e Novaretti: “Novaretti aveva i crampi, Radu iniziava ad avere una piccola contrattura. Gli ho detto di provare, l’ho guardato e poi l’ho cambiato. Non dovrebbe avere problemi per domenica”.

 

Articolo precedenteTassotti si affida alla coppia Kakà-Honda
Prossimo articoloSeedorf chiede rinforzi, nel mirino Diamanti e Doria