Mercato Milan tra addii e nuovi arrivi

238
Galliani

Galliani

Grande colpo i mercato in uscita quello che ha chiuso nella giornata di ieri Adriano Galliani per la cessione definitiva di Luiz Adriano in Cina, allo Jiangsu Sainty. I rossoneri riceveranno 14 milioni di euro per l’attaccante brasiliano, quasi il doppio di quanto speso 6 mesi fa per prelevarlo dallo Shakhtar Donetsk.

La punta cresciuta nel club ucraino non è mai riuscita a far breccia nel cuore dei tifosi rossoneri né in quello di Sinisa Mihajilovic; le 18 presenze collezionate in questo girone d’andata, impreziosite da soli 3 gol, hanno mostrato un giocatore non solo fuori forma ma anche totalmente fuori dal gioco della squadra.

A questo punto la società rossonera si trova con un tesoretto da poter spendere che sarà con grande probabilità reinvestito al più presto in un centrocampista di caratura internazionale. I due nomi più caldi nelle ultime ore sono quelli di Fellaini e Witsel.

Per quanto riguarda il primo, Galliani aveva già sondato il terreno con il Manchester United per ottenere un prestito oneroso magari con diritto di riscatto; il club inglese, tuttavia, è disponibile a cedere il belga soltanto a titolo definitivo partendo da una base di 20 milioni. Base che potrebbe alzarsi di molto se si scatenasse un’asta europea sul centrocampista ex Everton.

Witsel, invece, è una vecchia conoscenza del mercato milanista, il quale spesso si è concentrato su questo elemento senza mai riuscire a portarlo a Milanello. Stavolta la situazione appare leggermente diversa: il prezzo del giocatore potrebbe abbassarsi rispetto all’ultima sessione di mercato, arrivando a una cifra intorno ai 20-22 milioni di euro. A quel punto, però, bisognerebbe trovare l’accordo col giocatore il quale, lontano dalla prospettiva Champions, potrebbe preferire altre destinazioni.

IN COPPA ITALIA VIETATO SBAGLIARE CONTRO IL CARPI

Intanto, però, mentre la società cerca rinforzi sul mercato, la squadra prepara il quarto di finale di Coppa Italia che si giocherà questa sera contro il Carpi.
Per Mihajilovic ormai esiste un solo risultato possibile: la vittoria. Per approdare alla semifinale il tecnico serbo si affiderà a giocatori d’esperienza quali Abbiati, Alex, Antonelli. A centrocampo Montolivo torna titolare al fianco di Kucka, in grande spolvero. Bonaventura e Boateng probabili esterni mentre in attacco potrebbe trovare posto dall’inizio Mario Balotelli, anche se la coppia favorita per ora è quella composta da Bacca e Niang.

Di fronte un Carpi che se la giocherà a viso aperto, consapevole di essere già arrivato in fondo per le proprie potenzialità. Spazio a qualche seconda linea come Martinho, Marrone e Pasciuti, fresco di record (ha segnato con la maglia del Carpi in tutti i campionati dalla D alla A).

Probabili formazioni:
Milan (4-4-2): Abbiati; De Sciglio, Alex, Romagnoli, Antonelli; Boateng, Kucka, Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang. All.: Mihajlovic

Carpi (4-4-1-1): Brkic; Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Pasciuti, Cofie, Marrone, Martinho; Lollo, Lasagna. All.: Castori

Articolo precedenteCalciomercato: Jiangsu Suning pazzo di Guarin e Gervinho
Prossimo articoloLazio, calciomercato per ripartire