La Lazio vince e convince, decisivo Immobile

114

 

La Lazio vola con Immobile

Giampiero Ventura si frega le mani gongolante. Ciro Immobile e Andrea Belotti rappresentano quanto di meglio possa offrire il nostro campionato in materia di bomber nostrani, ed è davvero tanta roba. L’ex bomber di Toro e Pescara in questo periodo è pressochè una sentenza per gli avversari, e per la Lazio è grasso che cola in questo finale di stagione che, fra sogni di una Champions futura e una finale di Coppa Italia sempre più vicina, si preannuncia incandescente. La Lazio al “Dall’Ara” parte bene e si porta subito in vantaggio proprio con Immobile, che di testa tramuta in rete il cross del rientrante Lulic. E’ il gol che di fatto cambia subito l’inerzia della partita, dove i biancazzurri fanno valere il loro superiore tasso tecnico. Il Bologna rischia l’imbarcata, con Immobile che fallisce l’uno – due dopo aver ricevuto un cioccolatino da Biglia, sparando alto da ottima posizione. Mirante si produce in un’uscita provvidenziale su Anderson, e cinque minuti dopo compie una parata fondamentale per gli equilibri del match, stoppando la conclusione di Milinkovic. Il Bologna però, di minuto in minuto, inizia a giocare, e timidamente si fa vivo dalle parti di Strakosha, pur senza impegnarlo in maniera eccessiva. Tutto questo fino al 42′, quando il portiere albanese, con la collaborazione di Biglia, rischia di combinare la frittata, ma Petkovic spara clamorosamente fuori. Segno che nel secondo tempo ci sarà da divertirsi.

Nella ripresa, subito brutta tegola per la Lazio che deve fare a meno del suo capitano per infortunio, fralaltro in un momento della partita in cui il Bologna sta aumentando la sua pressione, anche perchè la Lazio pare specchiarsi un po’ troppo nelle sue superiori qualità.
Ma appena iniziano ad attaccare gli spazi, i ragazzi di Inzaghi si rendono sempre pericolosi, soprattutto con un Ciro Immobile difficile da contenere. L’uscita di un Felipe Anderson piuttosto in ombra non cambia l’assetto offensivo degli ospiti, col subentrante Keita ad assumere il compito di spacca-partita come nel derby infrasettimanale. Ma è sempre il napoletano il vero valore aggiunto di questa Lazio che punta pericolosamente ai garretti del Napoli, e a un quarto d’ora dal termine mette in ghiaccio la partita segnando il raddoppio battendo Mirante in uscita e concretizzando un contropiede mortifero ben rifinito dall’ottimo Milinkovic. Per la Lazio significa sorpasso ai danni di Inter e Atalanta, arpionando il quarto posto in solitudine. Il Bologna rispecchia perfettamente l’abulìa di un Destro assolutamente involuto.

TABELLINO

MARCATORI – 9′, 75′ C. Immobile (L)

BOLOGNA – Mirante; Krafth, Oikonomou, Maietta, Helander, Masina (79′ Krejci); Nagy, Viviani (80′ Pulgar), Dzemaili; Verdi (62′ Destro), Petkovic. All. Donadoni

LAZIO – Strakosha; Basta, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo, Biglia (55′ Murgia), Milinkovic – Savic (81′ Wallace); F. Anderson (67′ Keita), Immobile, Lulic. All. S. Inzaghi
ARBITRO – Carmine Russo

Articolo precedenteJuve, solo un pari con l’Udinese (1-1)
Prossimo articoloJuventus, Allegri: London calling