Marotta conferma Allegri: “Ha un contratto che scade nel 2018 non ci sono motivi per interromperlo”

56
Juventus

Marotta già programma la Juventus del prossimo anno

Il mister ha un contratto che scade nel 2018 e questo rapporto professionale ha portato giovamento a tutti. Non intravediamo motivi per interromperlo“, l’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, conferma il tecnico Massimiliano Allegri all’indomani della qualificazione alla semifinale di Champions League.

L’allenatore ha tanti meriti: la società ha supportato la sua attività e lui ha plasmato la rosa, facendola diventare vincente -prosegue Marotta a margine dell’Assemblea di Lega a Milano-. In tre anni, con lui abbiamo conquistato due qualificazioni alle semifinali di Champions. Ha avuto senza dubbio un ruolo importante“.

Marotta:”ora gli altri hanno paura di noi”

Questa qualificazione sarà una grande impresa se alla fine riusciremo a salire sul trono dei vincitori. Ci sono ancora due ostacoli da superare e dobbiamo farlo” prosegue Marotta.

Sorteggio? Ogni avversaria ha dei pro e dei contro -aggiunge il dirigente Bianconero-. Prima, però, c’è la corsa allo Scudetto ed è necessario concentrarci su quella. Il passaggio del turno è una grande soddisfazione per tutti: dirigenti, giocatori, allenatore e tifosi. Abbiamo la consapevolezza di aver meritato questa qualificazione, frutto della cultura del lavoro di tutta la società“.

Grande protagonista del successo sul Barcellona, Paulo Dybala: “E’ un campione, ma il merito di questa qualificazione va a tutti i componenti della rosa, anche a chi ha giocato di meno. Quando lo abbiamo preso, Paulo era una promessa: ora è una realtà e ha ancora margini di miglioramento. All’inizio la nostra era stata una scelta criticata perché lo avevamo pagato molto, ma adesso credo che si sia rivelata più che azzeccata“.