Allegri avvisa la Juventus “Atalanta squadra di grande qualità e piena di autostima”

157

Atalanta-Juventus, parla Allegri

Hanno giocatori di qualità guidati da un ottimo allenatore, non è mai facile giocare a Bergamo. Loro vanno a caccia dell’Europa e noi dello Scudetto“, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, avvisa la sua squadra alla vigilia di Atalanta-Juventus.

Rispetto al match d’andata sono cresciuti in autostima, lotteranno fino alla fine per entrare in Europa e per noi sarà molto complicato, ma per vincere il titolo ci servono otto punti -aggiunge l’allenatore livornese in conferenza stampa-. Giocheremo contro una squadra che sta facendo un’annata straordinaria, complimenti a Gasperini e alla società che sta danno continuità al settore giovanile che da sempre è uno dei migliori d’Italia“.

Atalanta-Juventus, le scelte di Allegri

Contro i nerazzurri non ci sarà spazio per il turnover e Allegri già annuncia l’11 titolare. “Ho già scelto i giocatori che andranno in campo per la partita di domani, in difesa giocheranno Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro a centrocampo gioca Khedira con Pjanic e in avanti i soliti 4. Cerco sempre di mettere la squadra migliore per ogni partita, veniamo da cinque giorni di riposo e poi ne avremo altrettanti prima della sfida di Champions“.

Occhio all’euforia

Allegri mette poi in guardia dall’eccessiva euforia intorno alla squadra. “Questa settimana si sono scritte tante cose ed è giusto così, perché ci vogliono anche momenti di euforia. Al momento però la Juventus non ha vinto nulla, dobbiamo ancora raggiungere la finale di Champions e vincere in Italia. Non dobbiamo dare la sensazione alla Roma che la Juve possa sbagliare“.

L’allenatore livornese non si preoccupa poi dei tanti impegni ravvicinati che aspettano la sua Juve: “Quando la squadra è pronta non ci sono problemi, anche perché passare una settimana senza giocare è noioso. Devi cercare di dare un po’ di recupero ai giocatori ma senza esagerare, abbiamo giocato domenica e ora scenderemo in campo venerdì, sono cinque giorni e mi sono sembrati interminabili“.

La stagione di Higuain

Infine Allegri giudica la stagione di Gonzalo Higuain: “È un giocatore straordinario che quest’anno sta giocando molto per la squadra e in questo è molto migliorato. È venuto a Torino per vincere e le cose finora stanno andando al meglio sia per lui che per la squadra. Dobbiamo pensare però un passo alla volta“.

Articolo precedenteSimone Inzaghi: “La Lazio sa come battere la Roma”
Prossimo articoloJuventus ecco il tesoretto: il Bayern riscatta Coman
Giornalista Pubblicista, Romano del Quadraro, ma vivo in Umbria fra Spoleto e Terni. Social Media Manager per Lavoro, Giornalista per Passione. Sposato con Ilaria, 3 figli. Seguo il Calcio dal 1975 con ampie frequentazioni nel Basket (NBA, LBA, Rieti e Virtus Roma), nel Volley, nel Rugby, nella Formula 1 e nella MotoGP. Ho visto giocare dal vivo Totti, BrunoConti, Dibba, Scirea, Zoff, Gentile, Cabrini, Tardelli, Antognoni, PaoloRossi, Maradona, Platini, Baggio, Van Basten, Matthaeus, Cafu, Rummenigge, Falcao, Ronaldo, Lollo Bernardi, Ancelotti, Zidane, Del Piero, Pirlo, Buffon, Gardini, Batistuta, Larry Wright, Antonello Riva, Dino Meneghin, Pierluigi Marzorati, Tofoli, David Ancilotto, Roberto Brunamoniti, Domenico Zampolini, Bracci, Mike D'Antoni, Willie Sojourner, Kevin Garnett, Paul Pierce, Ray Allen e Papà Bryant. Dubito vedrò di meglio ma non si sa mai :-)