Fantacalcio, consigli per la 37esima giornata firmati Mr Bonus

102

Fantacalcio, la 37esima giornata sotto la nostra lente

Si gioca la trentasettesima giornata in Serie A. Tra parentesi il risultato dell’andata con relativi realizzatori. I nostri consigli per la vostra fantaformazione:

Domenica ore 15
Empoli-Atalanta (1-2; Mchedlidze – Kessie – D’Alessandro)
I toscani hanno l’assoluto bisogno di punti, i bergamaschi no. Ma la squadra di Gasperini gioca bene, quella di Martusciello meno e non si aspettava di trovarsi in questa situazione: prova ne è la cessione a gennaio del fondamentale Saponara, quando in casa degli azzurri evidentemente erano convinti di essere già salvi. Mchedlidze verso la panchina, Mauri Dioussè e Croce a centrocampo, El Kaddouri dietro a Pucciarelli e Thiam. Nella Dea Kurtic di nuovo in panchina per far spazio a Cristante, dietro il Papu e Petagna. La caviglia di Kessiè migliora e dovrebbe permettergli di giocare; per la retroguardia rientra Zukanovic. Ci si può immaginare una partita piuttosto movimentata, nella quale l’Empoli deve spingere assolutamente sull’accelleratore per non rischiare rimonte e godere del vantaggio di una partita ostica del Crotone contro i bianconeri. Dall’altra troviamo una squadra dal tasso tecnico nettamente superiore e con la testa libera da pensieri. Tornerà al gol Gomez e Caldara e Conti saranno come sempre protagonisti. Per i toscani la mia scommessa è ElKaddouri.

Domenica ore 15
Milan-Bologna (0-1; Pasalic)
Per chiudere a proprio favore il testa a testa con la Fiorentina per il preliminare di Europa League al Milan – calendario alla mano – potrebbe bastare il successo con il Bologna, che non ha più nulla da chiedere a questo campionato. L’assenza di Suso potrebbe però farsi sentire, anche se la difesa a 3 con il ritorno di Paletta e Romagnoli sulla sinistra potrebbe agevolare la spinta sulla coppia d’attacco Lapadula-Bacca. A centrocampo sembra potersi ritagliare una maglia da titolare il buon Bertolacci. Donadoni dovrà fare a meno di Maietta, ma recupera fortunatamente Gastaldello. Helander ancora in dubbio. Verdi Destro e Di Francesco i nostri uomini bonus. Bacca può tornare al gol e Deulofeu è chiamato ad essere protagonista. Donnarumma non è una cattiva scelta per proteggere i vostri pali.

Domenica ore 15
Sassuolo-Cagliari (3-4; 2 Farias – Sau – Adjapong – Pellegrini – Acerbi rig. – Borriello)
Di Francesco e Rastelli, già calciatori del Piacenza, potrebbero essere entrambi al capolinea per motivi diversi. Il Sassuolo ha sofferto l’Europa League, il Cagliari è stato invece bravo nel salvarsi comodamente da neopromosso, anche grazie alle realizzazioni dell’eterno bomber Borriello.

Joao Pedro, Farias e Sau possono portare Bonus in ogni partita. In questa puntiamo sull’ultimo per il nostro tridente. Ionita e tachtsidis dovranno lavorare in interdizione e non ci saranno utili. Gli emiliani si affideranno ancora a Iemmello, sembrato davvero in forma contro l’Inter. Cannavaro torna a difendere ma è da escluderne un suo impiego. Ragusa uomo assist e Berardi di nuovo in gol. Ecco i nostri uomini.

Domenica ore 15
Juventus-Crotone (0-2; Mandzukic – Higuain)
Ai calabresi serve l’impresa – o il miracolo secondo alcuni – per fare punti allo Stadium contro una squadra che sta per tagliare il traguardo del sesto scudetto di fila e ha tutte le intenzioni di farlo domenica. L’unica speranza del Crotone è che sabato la Roma non riesca a vincere. Questo renderebbe i bianconeri più generosi e meno concentrati. In ogni caso la formazione di Allegri sarà quella titolatissima con il solo forfait dell’infortunato Kedhira, al quale prenderà il posto Lemina. Mandzukic, reduce dal fastidio alla schiena, riportato in finale di Tim Cup contro la Lazio, dovrebbe recuperare in tempo per andare a comporre il tridente con Dybala e il Pipita. Proprio quest’ultimi sono le carte salvezza. del nostro Fanta. Sarà un tiro al bersaglio, voti alti per entrambi. Buffon scelta sicura, la difesa non può barcollare domenica. Tra i calabresi, se credete nella buona sorte per chi dà l’anima in campo, allora un pensiero alla coppia Falcinelli – Trotta è doveroso farlo. Evitate di lanciarvi in inutili rischi con l’impiego di Nalini, non al meglio, o chiunque altro che non abbia la maglia a strisce bianche e nere.

Sabato ore 20.45
Napoli-Fiorentina (3-3; 2 Bernardeschi – Insigne – Mertens – Zarate – Gabbiadini rig.)
Per sperare nel secondo posto gli azzurri non hanno alternative, ma la Fiorentina sembra intenzionata a lottare fino in fondo per l’Europa League: molto discontinua la squadra toscana sarà un’incognita anche al San Paolo, dove si scenderà in campo conoscendo il risultato di Verona. Questo fattore sarà determinante per il morale delle curve. Il Napoli giocherà con la squadra titolare e con i soli due ballottaggi classici, Allan – Zielinsky e Jorginho – Diawara.

A due giornate dalla fine mi astengo dall’indicarvi dei nomi tra i napoletani. Non credo abbiate più bisogno di suggerimenti.

Sousa (partente?) dovrà rinunciare a due pilastri: Astori e Borja Valero. Rodriguez e Cristoforo i cambi obbligati. Intravedo un buco centrale nel quale Mertens potrà danzare allegramente. Kalinic è presente e avrà Albiol a strattonarlo per 90 minuti. Bernardeschi godrà difficilmente di grandi spazi ma potrebbe avere qualche chance di imbucata. Credere che sia una partita da Over è quasi scontato, evitare i portieri altra certezza. Hamsik e Chiesa i miei + 3.

Domenica ore 20.45
Lazio-Inter (0-3; 2 Icardi – Banega)
Arrivano da due batoste Lazio e Inter, con i biancocelesti che cullavano il sogno Coppa Italia e con i nerazzurri deludenti anche contro il Sassuolo, nonostante l’ennesimo avvicendamento in panchina.

Lazio titolare dalla cintola in su. Problemi nella retroguardia per le assenze di Radu, Lukaku e poco più avanti Parolo. La Lazio, già soddisfatta del proprio cammino in campionato, ha poco da aggiungere con questa partita. L’Inter corre pochi rischi di riconquistare l’Europa, quindi dovrebbe tornare a vincere. Ironia a parte se avete Perisic, Icardi e Candreva e li avete impiegati sempre, soffrendo notti insonni da 2 mesi a questa parte, ebbene non si può mollare adesso. Tutti in formazione i nerazzuri. Anderson e Immobile avranno la testa già in vacanza, mentre Biglia in qualità di metronomo potrebbe sempre salvarci in corner.

Lunedì ore 20.45

Pescara-Palermo (1-1; Quaison – Biraghi rig.)
Posticipo di serie A, visto che si giocherà lunedì, ma anche anticipo di serie B, purtroppo per i tifosi di biancazzurri e rosanero. Largo ai giovani e ai meno giovani, ma è il caso di pensare al prossimo anno per una pronta risalita.

Zeman deve rinunciare a Benali per la squalifica e dovrebbe optare per Mitrita. Al centro Coulibaly, Muntari e Memushaj.

Tra i siciliani Goldaniga dovrebbe tornare a difendere e Jajalo a impostare. Davanti spazio alla coppia Nesto-Diamanti.

Se a gennaio in riparazione avete sperato nelle possibilità di punti tra le file di queste squadre avete sbagliato e non di poco. Fiorillo e Fulignati, subentrati a Bizzarri e Posavec nel corso del campionato potrebbero farvi comodo in questa giornata. Ovviamente saranno pochi i fantallenatori che possono con spavalderia schierarli.

Sabato ore 18
Chievo Verona-Roma (1-3; De Guzman – El Shaarawy – Dzeko – Perotti rig.)

Non può fermarsi al ‘Bentegodi’ la Roma se vuole evitare il turno preliminare di Champions League e tutto quello che ne conseguirebbe. Il Chievo, però, non è una squadra modesta e andrà presa con cautela. Indisponili peró Spolli, Dainelli ed Hetemaj. Gamberini verso il rientro e per le gioie di molti torna arruolabile Birsa, scontata la squalifica. Spalletti può coccolarsi del rientro di Strootman e di quello quasi certo di Dzeko. Le vostre scelte ricadono indubbiamente sui capitolini. Tra i migliori assistman del campionato sappiamo esserci Birsa e solo di lui non possiamo farne a meno nelle file veronesi. Non nutro sufficienti speranze per il duo d’attacco Inglese-Pellissier. Il portierone polacco della Roma invece assolutamente da schierare per tentare il cleansheet. Strootman si farà sentire, il Ninja imiterà Giorgione con i pugni sul petto e l’Egiziano sarà il protagonista realizzatore di questo incontro. La vittoria sulla Juve garantirà sicuramente, di conseguenza, la voglia di dar spettacolo e fare punti.

Domenica ore 15
Udinese-Sampdoria (0-0)

Le due squadre si avviano stancamente all’epilogo di un campionato nel quale si sono barcamenate: Del Neri ha dimostrato di non essere bollito, Giampaolo ha confermato le sue qualità di tecnico perennemente emergente. Andiamo verso un Under 2.5 placido. Perica non al meglio, Therau si rifà sotto. Halfredsson al posto di Kums e conferma per Scuffet ai danni di Karnezis. Squalifica per Regini tra i liguri, ma gli subentra un buon Skriniar. Con Quagliarella dolorante potremmo assistere all’unica chance d’emozione del match: Muriel-Schick come coppia di sfondamento.

Non cercate punti in questa partita. Jankto e proprio Schick le uniche possibilità di non prendere insufficienze.

Domenica ore 15
Genoa-Torino (0-1; Belotti)
Il Genoa sta scherzando con il fuoco. Ha cominciato a farlo già nel mercato di riparazione cedendo Pavoletti e Rincon, un bomber e un centrocampista in grado di dare solidità al reparto nevralgico. Il Torino arriva dalle 5 pappine prese dal Napoli. C’è un episodio del 2009 che ci da segnali sul probabile esito della sfida. Ricordate quando il Genoa all’ultima di campionato spinse senza pietà i granata nel baratro della B? Ecco io ritengo che certe emozioni non si scordano facilmente.

In ogni caso Juric recupera Burdisso per la difesa ed è una buona notizia. Simeone Junior ha ricominciato ad allenarsi col gruppo e dovrebbe farcela. Probabile Ntcham titolare ai danni di Cataldi. La difesa del Toro può contare di nuovo su Moretti, con Acquah e Baselli sulla mediana. Insieme a Belotti probabile l’impiego di Boyè e panchina per Iturbe.

Qui qualche rischio lo potete correre, oltre la certezza del Gallo. Barreca e Ljiac da una parte, Lazovic e Rigoni dall’altro. Dimenticatevi i portieri. Il 2 è pagato bene… fateci un pensierino.