Roma, per Totti prime parole da dirigente: “Ora la fase più importante”

128

Totti, prime parole da dirigente della Roma

E’ deciso, Francesco Totti e la Roma continuano il loro matrimoio. Dopo l’addio da calciatore coinciso con la partita contro il Genoa l’ex capitano giallorosso ha deciso di proseguire la sua storia col club in cui ha giocato per tutta la sua carriera. Niente “canto del cigno” dunque all’estero, niente Mls o niente Giappone per Totti: la Roma è stata il suo passato e sarà il suo futuro.
È finita la parte da calciatore” ha detto il diretto interessato al canale tematico della Roma, “adesso ne inizierà un’altra più importante da dirigente, sperando di fare quello che ho fatto da calciatore sul prato verde“.
Accolto dunque l’appello di Monchi che, nella sua conferenza stampa di presentazione come nuovo ds, aveva invitato Totti a diventare dirigente del club. “Ho preso questo tempo per riflettere” continua l’ex numero 10 “e col tempo entrerò in questa società passo dopo passo e capire il ruolo che più mi si addice. Mi metterò a disposizione a 360° a partire dal settore giovanile fino al presidente“.

“Il futuro? Roseo

Totti torna poi a quel 28 maggio, giorno in cui di fatto ha dato l’addio da calciatore non solo alla Roma, ma a questo punto anche allo sport praticato. “Sembrava non volessi farlo finire mai quel 28 maggio? Penso che si fosse capito che non l’avrei mai terminata quella giornata. Per me era troppo importante, significativa, emozionante. Racchiudeva 25 anni di storia con la Roma“.
Ora Totti si siederà dietro ad una scrivania e darà il suo contributo al club per continuare a crescere e, magari, tornare a vincere.
Come immagino il mio futuro? Roseo. Non è facile pensarci adesso. Ci sono ex calciatori che pensavano al futuro già mentre giocavano. Io fino al 28 maggio ho pensato solo al calcio e alla squadra. Adesso cambio pagina e registro, penserò a questo nuovo lavoro che mi entusiasma“.
Chiosa finale poi sul nuovo tecnico giallorosso, Eusebio Di Francesco: “Ci ho parlato, con lui ho un grandissimo rapporto. Grande persona, grandissimo uomo. Sarà uno dei valori aggiunti di questa squadra“.