Ritorna la Serie A: attesa la risposta di Napoli e Juve

161

Riecco la Serie A

A distanza di appena tre giorni dall’ultima giornata di campionato, le squadre di Serie A tornano in campo in vista del turno infrasettimanale.
L’anticipo del decimo turno ha visto Inter e Sampdoria protagoniste di un rocambolesco 3-2, che ha condotto i nerazzurri in cima alla classifica a quota 26 punti.

Il decimo turno: scontro a distanza Juve-Napoli e Roma-Lazio

Ora tocca al Napoli rispondere all’affondo sferrato dal Biscione. Hamsik e compagni saranno infatti impegnati a Marassi contro un Genoa reduce dallo 0-0 di San Siro. La vittoria del club più antico d’Italia contro i partenopei manca dall’ormai lontano 29 gennaio 2012, quando il Grifone, allora allenato da Pasquale Marino, si impose con un 3-2 firmato da Palacio e Gilardino.

Tornata finalmente alla vittoria – dopo 3 pareggi e una sconfitta – l’Atalanta si appresta ad affrontare tra le mura amiche dell’Atleti Azzurri d’Italia l’Hellas Verona: gli ospiti – imbattuti dal 2002 negli scontri diretti – cercheranno però in tutti i modi di rimediare alla sconfitta rimediata nel corso del derby della Scala.

In striscia positiva da 6 turni consecutivi, e con una media realizzativa di 3 reti a partita, la Lazio non sembra avere alcuna intenzione di fermarsi. Il Bologna dal canto suo cercherà in tutti i modi di mettere in difficoltà i biancocelesti, provando ad ottenere la 5^ vittoria casalinga di questo campionato.

CagliariBenevento metterà a confronto Lopez e De Zerbi, entrambi chiamati a far fronte alle disastrose situazioni create dai rispettivi predecessori: a quota 6 troviamo gli isolani, a secco di vittorie dal 17 settembre, mentre in ultima posizione a quota 2 ci sono i campani, ancora alla ricerca del primo storico punto in Serie A.

Il 6-2 rifilato all’Udinese sembrerebbe aver portato la Juventus, quanto meno psicologicamente, sui livelli dello scorso campionato. Allo Stadium sbarca la Spal, apparentemente incapace di mettere i bastoni tra le ruote all’armata bianconera.

Senza Bonucci e Bovantura, il Milan alla disperata ricerca di una vittoria fa visita al Chievo. Storicamente campo ostico, il Bentegodi non sembra in grado di essere il teatro adatto per dar vita alla tanto agognata rinascita rossonera.

Nonostante un’ottima media realizzativa l’Udinese si trova impelagata in 15^ posizione, a due punti di distanza dal Sassuolo tredicesimo. L’ultima vittoria dei friulani risale al 2014, da allora 3 vittorie neroverdi e 3 pareggi. Chissà che non sia giunto il momento di invertire il trend vigente tra le due compagini.

Per non staccarsi dal gruppo di testa, la Roma avrà bisogno di accaparrarsi l’intera posta in palio nel match contro il Crotone. Di Francesco potrebbe tuttavia attuare del sano turnover: in difesa possibile chance da titolare per Karsdorp, in attacco scalpita il turco Under.

Complice lo scarso periodo di forma il Torino di Mihajlovic parte sfavorito nella gara contro la Fiorentina. Entrambe appaiate a 13 punti, Viola e Granata potrebbero decidere di dare spettacolo, in un match che si appresta ad essere quanto meno frizzante.

Articolo precedenteLazio, gli Irriducibili dice no: “Niente trasferta di Bologna perchè…”
Prossimo articoloSerie A: vincono Juventus, Roma, Lazio e Napoli. Classifica immutata