Napoli da dimenticare in Champions League, eliminati e retrocessi in Europa League

50

Nulla da fare per i partenopei. Lo Shakhtar batte il Manchester City e spedisce gli azzurri in Europa League

Sembrava essere iniziata nel migliore dei modi la partita contro il Feyenoord per la squadra di Sarri. Dopo due minuti di gioco è già vantaggio. Zielinski, schierato come vice Insigne, si trova un rimbalzo tra i piedi dopo un calcio di punizione e insacca portando la propria squadra ad una sola lunghezza dagli ucraini dello Shakhtar, ancora sullo zero a zero con il Manchester City già qualificato.

Al 26esimo del primo tempo arrivano però brutte notizie. Bernard, centrocampista brasiliano dello Shakhtar, si infila tra la difesa inglese e porta in vantaggio gli ucraini, riportando il distacco dai campani a tre punti.

Al 33esimo arrivano due gol che per i tifosi napoletani si sentono come se fossero due schiaffoni: Lo Shakhtar raddoppia il proprio vantaggio grazie alla rete di Ismaily e il Feyenoord pareggia. Jorgensen raccoglie un cross in area e di testa infila Pepe Reina. Gli ucraini si portano così a più cinque punti dalla squadra di Sarri ed iniziano a pregustare il sogno di qualificazione alle fasi finali di Champions League. Per il Napoli invece l’incubo inizia ad avverarsi.

Finisce il primo tempo e nella ripresa le formazioni non subiscono cambiamenti fino al 60esimo, dove il Mister partenopeo prova a dare una scossa inserendo Rog al posto di Allan. Successivamente subentrano anche Mario Rui al posto di uno stanchissimo Maggio e Ounas al posto di Callejon.

Dall’Ucraina non arrivano buone notizie. Il risultato resta invariato con la vittoria per due a Zero dei padroni di casa.

All’83esimo il Feyenoord rimangono con un uomo in meno. Villenha viene espulso per doppia ammonizione e il Napoli si riversa in attacco.

Passa il 90esimo, il Napoli tenta il tutto per tutto, ma arriva la beffa. Corner per gli olandesi e ancora una volta è un colpo di testa a fare male. Jeremiah Saint Juste svetta tra la difesa napoletana e porta in vantaggio il Feyenoord. Al 93esimo accorcia le distanze il Manchester City su rigore, con il Kun Aguero; ma oramai è troppo tardi. Shakhtar alle fasi finali della Champions League e Napoli in Europa League.

IL TABELLINO

FEYENOORD-NAPOLI 2-1
Feyenoord (4-3-3)
: Vermeer; Nieuwkoop (30′ st St Juste), Van Beek, Tapia, Malacia; Armabat, Toornstra, Vilhena; Berghuis (26′ st Larsson), Jorgensen, Boetius. A disp.: Jones, Diks, Basacikoglu, Hansson, Kramer. All.: Van Bronckhorst.
Napoli (4-3-3): Reina; Maggio (20′ st Mario Rui), Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan (15′ st Rog), Diawara, Hamsik; Callejon (29′ st Ounas), Mertens, Zielinski. A disp.: Sepe, Chiriches, Jorginho, Giaccherini. All.: Sarri.
Arbitro: Oliver (Inghilterra)
Marcatori: 2′ Zielinski (N), 33′ Jorgensen (F), 45′ st St Juste (F)
Ammoniti: St Juste (F); Zielinski (N)
Espulsi: 38′ st Vilhena (F) per somma di ammonizioni