Moviola: Orsato fa discutere ma non cade nell’Abisso. Massa non sbaglia, Irrati sì

Orsato decide da solo; Abisso toglie un gol al Verona, Massa non fa errori

155
Orsato
L'ARBITRO DANIELE ORSATO

Al Verona manca un gol che Abisso annulla, bene Massa a Firenze, meno Irrati a Cagliari

Inter – Verona: arbitro Abisso, var Nasca

Abisso come al solito non convince. All’83’ annulla un gol a Faraoni che avrebbe consentito al Verona di pareggiare: il laterale destro scaligero salta per raggiungere il pallone di testa ma lo tocca con la spalla; Handanovic aspetta la sfera e viene leggermente toccato dall’avversario ma il contatto non sembra tale da giustificare l’annullamento della rete…Sbaglia anche il Var che non richiama l’attenzione del direttore di gara.

Benevento – Udinese: arbitro Mariani, var Doveri

Qualche indecisione per Mariani che però non sbaglia i “fischi” più importanti. Giusto convalidare il gol del vantaggio dell’Udinese: Molina è in posizione regolare sul passaggio di De Paul e non c’è il tocco di Pereyra. Corretta anche la concessione del rigore al Benevento: sul retropassaggio di Arslan, Lapadula anticipa il portiere friulano che in uscita bassa lo travolge e si “becca” anche la giusta ammonizione. Regolare anche la rete di Stryger Larsen che sul cross di De Paul è tenuto in gioco da Glik.

Fiorentina – Juventus: arbitro Massa, var Giacomelli

Stavolta direzione oltre la sufficienza per Massa, ben coadiuvato al Var da Giacomelli. Al 26’ Rabiot tocca la palla con il braccio destro in posizione non proprio naturale e sopra l’altezza delle spalle: corretto fischiare il penalty come il Var suggerisce all’arbitro. Morata è in posizione regolare perché è tenuto in gioco da Pezzella quando riceve palla da Cuadrado: gol giustamente convalidato. Nessuna indecisione nella distribuzione dei cartellini, tutti corretti a nostro avviso. Con un pizzico di severità ed inflessibilità in più sarebbe potuto finire sul tebellino dei “gialli” anche Amrabat che butta lontano la palla a gioco fermo.

Cagliari – Roma: arbitro Irrati, var Pairetto

Continua a commettere errori Irrati che a Cagliari  agguanta per un pelo la sufficienza. Giusto non concedere fallo su Pavoletti: Smalling lo tocca appena. Sarebbe da punizione invece un fallo di Villar su Joao Pedro sul quale Irrati sorvola. Sembra casuale la distribuzione dei cartellini gialli: corretto quello comminato a Marin che trattiene Pellegrini;  giusto ammonire Joao Pedro che allontana la palla a gioco fermo ma andava ammonito anche Pellegrini che commette fallo su Nandez. Stessa sorte per Mancini che entra duramente sullo stesso Joao Pedro. Corretta l’ammonizione per Duncan, esagerata quella a Cristante, non così irruente su Cerri.

Fabbri dimentica un rigore, Manganiello è preciso

Atalanta – Bologna: arbitro Fabbri, var Banti

Serata piuttosto tranquilla ma condita da un paio di episodi controversi: al 43’ rigore per l’Atalanta; su calcio d’angolo Danilo e Romero si tengono per la maglia e l’argentino finisce a terra. Punita la spinta del difensore del Bologna. Giusta l’espulsione di Schouten che entra in modo pericoloso sul solito Romero. Forse ci potrebbe essere un altro rigore per i padroni di casa: Soumaoro trattiene Zapata.

Genoa – Spezia:  arbitro Manganiello, var Chiffi

Giusto ammonire e non espellere Terzi che al 1’ ferma irregolarmente Pandev. Corretta anche l’ammonizione di Criscito per una brutta entrata nei confronti di Vignali. Al 28’ viene annullato dal Var un goal a Pandev che in effetti non commette alcuna irregolarità. Il fallo è di Destro che colpisce Providel e gli impedisce l’intervento. Giusta l’ammonizione per Pandev che sgomita su Sena. Stessa scena e stessa conclusione per un fallo di Nzola su Biraschi.

Parma – Crotone:  arbitro Rapuano, var Piccinini

Segnaliamo un solo episodio: al 68′ è giusto concedere il rigore per fallo di Osorio su Reca; il Var conferma.

Sassuolo – Sampdoria: arbitro  Gariglio, var Di Paolo

Traore è in fuorigioco sul lancio di Locatelli: giusto annullare il goal. All’89’ Ferrari intercetta con un braccio un forte tiro di La Gumina ma il braccio è attaccato al corpo e quindi non punibile.

Serata difficile per Orsato, Valeri a Torino dimentica i cartellini

Torino – Napoli: arbitro Valeri, var Aureliano

Ci poteva stare il giallo nei confronti di Verdi che al 18’ stende Politano; Valeri lascia correre per il vantaggio ma poi si dimentica di estrarre il cartellino. Stesso discorso dall’altra parte, nel secondo tempo: Rrahmani ferma irregolarmente Belotti ma Valeri non lo ammonisce. A 4 minuti dalla fine, col risultato ormai compromesso, Mandragora trattiene Lozano rimediando il secondo giallo (forse un po’ severo) e lascia la sua squadra in 10 uomini.

Lazio – Milan: arbitro Orsato, var Mazzoleni

Per un millimetrico fuorigioco di Lazzari viene annullato giustamente un goal al laterale ex-Spal; decisivo l’intervento del Var.  Protestano a lungo i rossoneri in occasione del secondo goal laziale, viziato secondo loro, da un fallo di Lucas Leiva ai danni di Calhanoglu; i dubbi restano anche riguardando più volte l’azione…

Articolo precedenteCalciomercato Bayern Monaco, ufficiale: rivoluzione in panchina
Prossimo articoloCalcio, Sala torna a parlare della questione San Siro