Calciomercato Milan, Kessiè non rinnova: il piano di Maldini

Il Manchester United (ma non solo) punta forte l'ivoriano, Pioli rassicura tutti ma lo staff rossonero si guarda attorno.

605
Franck Kessie ph: Fornelli/keypress

L’ultimissima novità riguardante Franck Kessiè proviene dall’Inghilterra, infatti secondo i Tabloid britannici il Manchester United avrebbe messo seriamente nel mirino il centrocampista rossonero, individuandolo come sostituto di un altro possibile partente eccellente in casa Red Devil’s: Paul Pogba.

Il paragone economico gioca tutto dalla parte degli inglesi, che stipendiano il ‘Polpo’ per circa 20 milioni di Euro tra bonus e parte fissa, un emolumento davvero importante messo a confronto della cifra percepita dall’ ivoriano ovvero 2,2 milioni di Euro stagionali, che però dovranno diventare non meno di 8 in quanto l’agente del ‘presidente’, George Atangana ha più volte fatto intendere alla società rossonera di non voler scendere sotto quella cifra, ritenuta fuori budget da Maldini e Massara, che si sono spinti fino ad arrivare a circa 6,5 milioni ed in nessun modo sembrano aperti a soddisfare le richieste dell’ex Atalanta, continuando a rispettare la politica societaria relativa ai rinnovi (Donnarumma e Calhanoglu docet)

E se il tecnico del ‘Diavolo’ Stefano Pioli rassicura l’ambiente dichiarando che il centrocampista sta bene e non risente delle voci di mercato, d’altra parte la realtà parla di una panchina preannunciata per il classe ’96 nel big match di questa sera contro la sua ex squadra, l’Atalanta.

Nel frattempo si intensifica anche l’interesse da parte di altri club di primissima fascia: Psg e Liverpool sono infatti sempre alla finestra e sono disposti ad inserirsi in maniera prepotente per accaparrarsi le prestazioni del ventiquatrenne ed anche per questo il Milan potrebbe essere disposto a valutare la cessione nella finestra di Gennaio, per riuscire quantomeno a ricevere un indennizzo seppur relativamente basso e non perdere il calciatore a parametro zero, in tal caso sul fronte entrate la strategia delineata dai vertici rossoneri è chiara: come già avvenuto con Maignan per il post Donnarumma e Brahim Diaz per il post Calhanoglu, Adli ora in prestito al Bordeaux sarebbe il sostituto di Kessie, senza dimenticare Bakayoko, che sta recuperando la migliore condizione e sul quale Maldini e tutto lo staff rossonero ripone massima fiducia.

Articolo precedenteVIDEO | Locatelli fa cadere Van der Mark, l’olandese si vendica
Prossimo articoloMilan, ecco i 40 anni di Ibra. Lo svedese: “Mi sento ancora il più forte”