Calciomercato Juventus, dopo la sconfitta di ieri si pensa al mercato di gennaio

La dirigenza bianconera sta lavorando al mercato di gennaio visto che manca ancora qualche innesto per puntare alle prime posizioni.

134
Napoli Juventus, risultato, tabellino e highlights
Andre Anguissa in azione

La dirigenza bianconera sta lavorando al mercato di gennaio visto che manca ancora qualche innesto per puntare alle prime posizioni.

La Juventus di Allegri ha ancora molto da lavorare. Nonostante le ultime sei vittorie consecutive prima della sconfitta di ieri con il Sassuolo, la squadra dell’allenatore bianconero ha continuato a scricchiolare e a oggi si trova a -13 dal primo posto occupato dal Milan di Pioli.

Tutto questo fa pensare ad una delle prime Juventus di Allegri della stagione 2015/2016 quando la formazione di Allegri dopo la sconfitta in trasferta sempre contro il Sassuolo si trovò a -11 per concludere però poi il campionato da vincitore della Serie A. Pochissime sono le analogie tra questi due campionati, inclusa la rosa.

Juventus, si ripensa a Witsel per il mercato di gennaio

Per risalire la china la squadra di Allegri ha bisogno di nuovi investimenti(pesanti se possibili) e per questo la dirigenza bianconera si sta già mettendo al lavoro per accontentare il tecnico toscano.

Due sono i rinforzi che chiede Allegri, un regista davanti alla difesa e se possibile un attaccante visto che fino a qui hanno deluso Morata e Kean. Per il primo ruolo piacciono i nomi di Witsel e Tchouameni ma sullo sfondo c’è sempre il nome di Tolisso del Bayern Monaco che sta trovando poco spazio nel club bavarese.

In attacco invece il sogno è Vlahovic, centravanti della Fiorentina che piace a mezza Europea e che non rinnoverà il contratto con il club di Commisso. Ma prima degli acquisti per esigenze di bilancio bisognerà vendere. Da piazzare sul mercato ci sono sempre Ramsey e Rabiot che non convincono Allegri, così come Mckennie, Kulusevski e Bernardeschi che di fronte ad offerte ritenute adeguate potrebbero partire.

Articolo precedenteSerie B, 10^ giornata: le probabili formazioni. Pari Monza
Prossimo articoloInter, funziona il turnover in casa nerazzurra