I Tennessee Titans campioni della AFC South

Vittoria netta contro i Miami Dolphins e qualificazione ai playoff ottenuta

Vittoria, qualificazione ai playoff e first seed provvisorio

I Tennessee Titans demoliscono i Miami Dolphins, si assicurano la qualificazione ai playoff e la vittoria della AFC South e, complice la sconfitta dei Chiefs contro i Bengals, agguntano provvisoriamente il seed n. 1 della AFC.
Partita dominata dalla difesa dei Titans (1 fumble forzato, 1 fumble ricoperto, 1 intercetto, 6 passaggi deviati, 3 sacks e 2 tackles for loss) che ha annientato l’offense dei Dolphins guidata da un pessimo Tua Tagovailoa, che, sotto l’assedio della DL dei Titans. è apparso sin da subito in confusione e molto impreciso nel passing game. Buona la prestazione dell’offense dei Titans che, dopo un inizio difficile, ha trovato stabilità nel running game, dilagando nel finale di partita.

Le difese subito protagoniste ma i Titans prendono il largo

Inizio di gara che ha visto lo strapotere delle difese con ben quattro 3&out nei primi cinque drive. A fine primo quarto, però, i Titans, nonostante l’ennesima gestione orrenda dell’OC Downing, sono riusciti a sfondare la resistenza dei Dolphins con un TD pass di Tannehill per Swaim, dopo un drive in cui il RB Foreman (132 yards e 1 TD) ha iniziato a dominare la linea di scrimmage.
Neanchè il tempo per assorbire il colpo che un brutto errore di Tagovailoa, fumble sulle 26 yards ricoperto da un eccellente Molden, ha restituito il possesso a Tannehill (13/18, 120 yards pass, 2 TDs) e compagni che, tuttavia, non hanno sfruttato appieno del regalo segnando solamente 3 punti con il FG di Bullock.
Grazie allo strapotere della DL, con Autry e Dupree protagonisti, e ad una secondaria attenta e ordinata guidata da Byard e Jenkins, i Titans hanno limitato l’offense dei Dolphins concedendo solamente il FG di Sanders, prima di allungare definitivamente con un TD run di Foreman, incontenibile per difesa dei Dolphins, per 17-3 di fine primo tempo.

Il dominio Titans sugli inermi Dolphins

Il secondo tempo per i Titans si è aperto come il primo tempo, con due drive inconcludenti, soprattutto a causa delle pessime scelte di Downing, mentre i Dolphins hanno mostrato segni di vitalità, tuttavia, spenti dai punt di uno strepitoso Kern e da una difesa dei Titans che ha concesso solamente un tentativo di FG, sbagliato da Sanders ad inizio terzo quarto.
L’ultimo quarto di gara è stato un capolavoro degli uomini di Vrabel.
Dopo aver forzato un turnover on downs sulle 27 yards offensive dei Dolphins, Foreman ha tagliato in due la difesa dei Dolphins in un drive chiuso dal secondo TD pass di Tannehill, questa volta per Firkser.
Nel tentativo di rimonta è arrivato un altro turnover on downs dei Dolphins, questa volta sulle 44 yards difensive, ma i Titans sono stati costretti al punt, sul quale un roughing the kicker dello special team di Miami ha vanificato il lavoro della difesa ed ha lasciato il possesso ai Titans, che hanno segnato altri 3 punti con un FG di Bullock.
A questo punto, in svantaggio di 24 punti, Tua ha provato a forzare ma l’intercetto di Long, ha chiuso subito il tentativo di riaprire la partita, definitivamente chiusa dal TD run di Hiliard per il 34-3 finale.

Tanta difesa e special team ma l’attacco ancora non brilla

Una vittoria importante per i Titans che vincono la AFC South per il secondo anno consecutivo e acciuffano il seed n.1 della AFC che dovranno difendere nell’insidiosa trasferta di Houston di week 18.
Protagonista della vittoria sicuramente la difesa che nelle ultime quattro partite ha concesso 1 TD pass e solamente 3 TDs complessivamente, concedendo appena 202 yards su corsa. Bella prestazione anche dello special team in cui la catena Bullock-Kern-Cox sembra funzionare alla perfezione. Nonostante un Tannehill in miglioramento, il ritorno di A.J. Brown, una OL che migliora costantemente e la sorpresa Foreman. che da credibilità al running game, i dubbi sono tutti sulla gestione dell’offense da parte di Downing, ancora una volta piuttosto in confusione.
Bisogna dire altro? Ah sì… il RE sta per tornare.
Articolo precedenteMercato Inter, nuova pista per la fascia| L’idea di Marotta
Prossimo articoloCalciomercato Juve, un top in uscita: parola di Allegri