Volley, Coppa Italia Femminile: Conegliano trionfa al fotofinish

149
Egonu
Paola Egonu | Pagni/KeyPress

L’Imoco Conegliano batte l’Igor Novara 15-13 al tie break dopo essere stato sotto di due parziali e conquista la terza Coppa Italia consecutiva

Un pomeriggio dell’epifania entusiasmante per i numerosi, seppur contingentati, presenti al PalaEUR per assistere alla finale di Coppa Italia femminile tra Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano e Igor Gorgonzola Novara, da diversi anni ormai il “Clasico” della pallavolo nostrana. Al termine di una partita elettrizzante e incerta fino all’ultimo punto alzano la coppa al cielo le venete che hanno il grande merito di riuscire a riacciuffare una partita che dopo i primi due set vinti dalle igorine sembrava ormai destinata a portare il trofeo in Piemonte. Una efficiente Courtney e una crescente e quanto mai decisiva Paola Egonu trascinano le pantere alla conquista di terzo e quarto set, portando le due compagini a decidere tutto nel tie break. Novara che fino a quel momento aveva disputato una partita pressoché perfetta inizia a vacillare e Conegliano resta avanti per tutto l’ultimo parziale, arrivando sul 14-10. A quel punto nemmeno i miracoli di Bosetti e Fersino riescono a salvare le piemontesi che si arrendono sul primo tempo di De Kruijf che vale il 15-13.

A consegnare il terzo trofeo consecutivo a Conegliano è il capo dello Stato Sergio Mattarella, presente tra il pubblico per tutta la partita e che certamente le squadre in campo hanno onorato con una prestazione sportiva superlativa. Conegliano si conferma così la macchina da guerra abituata a vincere tutto e si riscatta dalla sconfitta ai Mondiali per Club meno di 4 settimane fa. Dal canto suo Novara può avere grande rammarico per essersi lasciata sfuggire un trofeo che aveva assaporato sul 2-0 e che forse avrebbe meritato vedendo i parziali e il gioco espresso nel corso dell’intera partita.

Ricordiamo che le rosablù partivano con il piccolo vantaggio di non aver dovuto disputare la semifinale contro Chieri, dato il ritiro di quest’ultima a causa di un numero di giocatrici positive al Covid superiore al consentito, mentre le pantere hanno dovuto guadagnarsi la finale prevalendo 3-1 su un Busto Arsizio che ha saputo dare del filo da torcere alle trevigiane.

La cronaca della partita

Lavarini schiera Hancock-Karakurt, Chirichella-Bonifacio, Bosetti-Daalderop, libero l’ex Pantera Eleonora Fersino; risponde Santarelli confermando il sestetto che ha sconfitto busto Wolosz-Egonu, De Kruijf-Folie, Sylla-Plummer, libero Moki De Gennaro.

Il primo set è Igor show. Hancock rifila due ace e causa un errore di Conegliano che portano Novara in vantaggio per 0-3. Sylla mette a segno il primo controparziale Imoco ma Chirichella e Bosetti a muro e una fenomenale Karakurt in attacco prendono il largo portando il punteggio sul 7-14. Wolosz e Plummer tentano di rispondere riavvicinandosi sul 14-17 ma le piemontesi scappano grazie alle martellate di Daalderop e soprattutto di Karakurt che chiude il parziale sul 19-25.

Il secondo set comincia in maniera diametralmente opposta con un 3-0 Imoco firmato Wolosz e De Kruijf. Le ragazze di Lavarini però non mollano e le magistrali difese di Fersino unite all’ottimo lavoro offensivo di Bosetti e Karakurt e ai muri ermetici di Chirichella tengono le rosablù incollate fino all’ 11-11. Da qua in poi è notte fonda per Conegliano che vede le avversarie scappare sull’11-17. Santarelli chiama il time out e cerca di riorganizzare le sue, ma l’Igor è troppo continua e Conegliano troppo saltuaria. Karakurt continua a bombardare la difesa veneta e chiude il set nuovamente sul 19-25.

Nel terzo set Novara accusa i primi cedimenti contro una crescente Conegliano. Plummer e Courtney, messa in campo da subito al posto di una non brillante Sylla, attaccano forte e portano avanti l’Imoco 13-7 con l’aiuto di una risorta Paola Egonu. Le centrali dell’Igor, Chirichella e Bonifacio, non ci stanno e si riportano in scia alle venete. Conegliano rimane avanti per tutto il set senza mai scappare, Egonu e Plummer cambiano marcia nel finale chiudendo sul 25-21

Parte forte l’Igor nel quarto set ma De Gennaro e Wolosz trascinano le compagne rimanendo agganciate fino al sorpasso del 13-11 firmato Egonu, che è sempre più in partita. I cambi palla sono praticamente continui ma una serie di muri di Folie porta sul +4 (20-16) le gialloblù. Nel mentre Bonifacio è sostituita da Haleigh Washington, che torna in campo dopo un mese abbondante di stop. Karakurt e Daalderop accorciano sul 22-21 ma Egonu cambia marcia e chiude il parziale sul 25-22

Si arriva così al tie break è la tensione è visibile sui volti delle giocatrici. Conegliano parte fortissimo e una stoica Bosetti resiste praticamente da sola mettendo a terra tutto ciò che le arriva e tenendo a galla l’Igor. Segue poi un punto a punto da batticuore in cui sono protagoniste un po’tutte: Egonu poi Karakurt, Folie, Chirichella, ancora Plummer e Daalderop, inframezzate da difese fuori da ogni logica di Fersino e De Gennaro. Capitan Wolosz è però decisa a chiudere i giochi e si affida alla sua arma più potente, Paola Egonu, che tira due sassate sul campo piemontese prendendosi 4 match point sul 14-10. La partita sembra ormai chiusa ma degli autentici miracoli di Fersino (migliore in campo delle piemontesi) riaccendono la speranza e le igorine si riportano sul 13-14. Wolosz si gioca così la carta dell’effetto sorpresa alzando al centro per De Kruijf. Herbots tocca ma non abbastanza, il pallone si schianta così al suolo e il set si chiude sul 15-13, lasciando così la coppa ancora ferma a Conegliano.

Vince il premio di MVP Paola Egonu che nonostante un avvio blando si dimostra la chiave di volta dell’incontro diventando decisiva soprattutto negli ultimi due set.

IL TABELLINO

PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-2 (19-25 19-25 25-21 25-22 15-13)

PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Plummer 17, Folie 15, Egonu 26, Sylla 4, De Kruijf 7, Wolosz 3, De Gennaro (L), Courtney 7, Omoruyi 1, Caravello. Non entrate: Frosini (L), Vuchkova, Gennari, Butigan. All. Santarelli.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Hancock 4, Bosetti 16, Bonifacio 5, Karakurt 23, Daalderop 16, Chirichella 11, Fersino (L), Herbots 1, Washington 1, D’odorico, Montibeller. Non entrate: Costantini, Imperiali (L), Battistoni. All. Lavarini.

ARBITRI: Piana, Cerra.

NOTE – Spettatori: 3230, Durata set: 26′, 28′, 33′, 28′, 18′; Tot: 133′.

Articolo precedenteUn Occhio alla NCAA – Il CFP National Championship
Prossimo articoloCalciomercato Milan, Kessie pedina di scambio: arriva il regista