I Tennessee Titans battono gli Houston Texans e conquistano il seed n. 1

Vittoria sofferta a Houston e tanti dubbi in vista dei playoff

Il dominio iniziale dei Titans

I Tennessee Titans vincono a Houston contro i Texans e si aggiudicano il first seed della AFC, dopo una partita dai due volti: dominata nel primo tempo, chiuso 21-0, ed in balia dell’avversario nel secondo, subendo un parziale di 18-0.
La partita è iniziata senza acuti da parte di entrambe le squadre nel primo quarto, in cui l’unico episodio di rilevo è il FG da 41 yards sbagliato da Bullock, con il dominio delle due difese aggressive e ben organizzate. Nel secondo quarto, invece, i Titans, continuando a dominare con la difesa, guidata da una super DL con Simmons e Autry, hanno preso il largo grazie ad un ritrovato equilibrio tra running game e passing game.
La costanza di Foreman (69 yards), un Julio Jones formato playoff (58 yards e 1 TD) e la ritrovata lucidità di Tannehill (287 yards e 4 TDs), hanno consentito agli uomini di Vrabel di dominare il campo trovando il TD in tre drive consecutivi, l’ultimo dei quali con appena 44 secondi a disposizione, agevolati da una pass interference su #RaceyMcMath per una penalità di 45 yards.
Prima Firkser, poi A.J. Brown e, infine, Westbrook hanno permesso ai Titans di chiudere il primo tempo sul 21-0 ed ipotecare la vittoria.

La rimonta dei Texans 

Ma il secondo tempo i Titans hanno perso la concentrazione troppo presto, lasciando il campo ai Texans coraggiosi ed orgogliosi guidati da Davis Mills e dal veterano Danny Amendola.
L’offense dei Titans è sparita dal campo per oltre 20 minuti, vittima delle scellerate scelte di playcalling dell’OC Downing, collezionando ben tre 3&out consecutivi, mentre i Texans hanno colpito inesorabili la secondaria dei Titans, già con il pensiero al weekend di wild card game da trascorrere sul divano.
Le pessime prestazioni di Cunningham, Hooker, Molden, Jenkins e Fulton, hanno regalato ai Texans ben 18 punti causati da errori grossolani di concentrazione, con i padroni di casa che si sono ritrovati insperatamente in partita.
Con il fiato degli avversari sul collo, l’esperienza ed il talento dei Titans hanno riacceso un offense ormai spenta e, con un Tannehill in formato McNair, gli uomini di Vrabel hanno ripreso il vantaggio di due possessi.

La giocata di Tannehill è di quelle da show stealer: palla sulle 30 difensive, dopo la snap l’OL collassa e Tannehill si ritrova le mani di difensore addosso, ma gira su stesso, scappa verso destra e, dopo aver alzato lo sguardo lancia verso Westbrook solo sulla sideline destra per 36 yards di guadagno. Poco dopo è arrivato il primo TD pass in maglia Titans di Julio Jones per il 28-18 che sembra chiudere la partita.
Purtroppo, i Titans hanno trovato ancora il modo per complicarsi la vita, concedendo 80 yards di campo ai Texans in meno di 3 minuti, con Mills che ha nuovamente colpito la profondità su Amendola grazie ad una copertura indecorosa di Chris Jackson. Con ancora quattro minuti da giocare il destino della partita è tornato nelle mani dell’offense dei Titans che, grazie ad un eccellente Hilliard, sono riusciti a portare a casa la vittoria ed il first seed della AFC.

Una doppia festa

La vittoria di Houston consegna ai Titans un risultano insperato in una stagione che ha visto il roster TwoTone Blue decimato dagli infortuni, con ben 91 giocatori utilizzati. Tuttavia il calo di tensione del secondo tempo e la gestione dell’OC Downing lasciano tanti dubbi e tante preoccupazioni sul futuro prossimo di questa squadra.
Adesso ci sono 15 giorni per godersi la vittoria e preparare il divisional game da giocare in casa, probabilmente con il ritorno in campo del campione Derrick Henry, ma questa è un’altra storia.
Alla prossima settimana, anzi no, la prossima i Titans riposano.

Articolo precedenteInter-Juventus | Le formazioni e dove vederla in tv
Prossimo articoloCalciomercato Milan, Maldini ha scelto: sarà lui il sostituto di Kjaer