Volley, Champions League: Istanbul bestia nera per le italiane. Conegliano vince ancora

130
Trentino Volley Champions League
Credits Trentino Volley

Conegliano domina in Serbia e si qualifica ai quarti. Una Novara in completa emergenza Covid cede sul campo del THY Istanbul per 3-1. Monza sfodera una prestazione fantastica ma è sconfitta 1-3  dalle campionesse del mondo del Vakifbank Istanbul.

A Belgrado Conegliano strappa il pass per i quarti

Tutto come previsto a Belgrado nel match tra Zok Ub e Imoco Conegliano. Le venete vincono in scioltezza per 3-0 nonostante le numerose assenze e si qualificano alla fase successiva della CEV Champions League.

Santarelli è costretto a rinunciare a De Kruijf, Wolosz, Plummer e Fahr e schiera Omoruyi, Frosini e Vuchkova in sestetto, lasciando a riposo anche Egonu. Al via l’Imoco dimostra subito di avere una marcia in più e una sensazionale Folie trascina le pantere al 15-25 del primo parziale. Nel secondo set le serbe accennano una reazione e si tengono davanti per buona parte del periodo. Sul 22-22 però Sylla e Frosini cambiano marcia e chiudono il set 22-25. Il terzo set è notte fonda per le serbe che si arrendono dopo pochi scambi e capitolano per 13-25.

MVP del match è Hristina Ruseva Vuchkova con 13 punti, 4 muri e 7/8 in attacco.

La partita conclusiva dei gironi per Conegliano sarà il 15 Febbraio al Palaverde contro il Chemik Police, inseguitrice delle pantere a -3 che potrà tentare di sfilare il primo posto nel girone a Egonu e compagne

IL TABELLINO

ZOK UB – A. Carraro Imoco CONEGLIANO 0-3 (16-25, 22-25, 13-25)
ZOK UB: Gligoric 7, Jaksic 2, Vucicevic 4, Rankovic 9, Eric 3, Kecman 7, Durdevic (L), Veselinovic 1, Lukic, Medic 1. Non entrate: Petranovic, Djordjevic, Vrcelj (L). All. Boricic.
A. Carraro Imoco CONEGLIANO: Courtney 7, Folie 12, Omoruyi 9, Vuchkova 14, Frosini 11, Gennari 3, De Gennaro (L), Caravello, Munarini, Sylla 4. Non entrate: Egonu. All. Santarelli.
ARBITRI: Guillet, Pashkevich.
Durata set: 21′, 27′, 21′; Tot: 69′.

Una Igor Novara decimata capitola a Istanbul

Non era certo una trasferta facile quella contro il THY Istanbul per le piemontesi dell‘Igor Novara, vista la quantità di giocatrici chiave assenti, ma certo non ci si aspettava una prestazione così deludente. Con sole 9 convocate viste le assenze di Karakurt, Herbots, Bonifacio, Fersino e Costantini coach Lavarini deve sperimentare formazioni inedite.

Inizia piuttosto bene l’Igor portandosi avanti per buona parte del set, fino a essere raggiunta sul 21-21. Qui si spegne per un attimo la luce per le rosablù che terminano il parziale sul 25-21. Il secondo set è caratterizzato da un dominio di Novara che fa pensare che quella del primo set sia solo una sbandata momentanea. Le piemontesi non mollano un pallone e chiudono agevolmente sul 17-25. Nel terzo set emergono i veri problemi di questa rattoppata Igor. Imperiali non dà la solidità difensiva di Fersino e Rosamaria Montibeller pur mettendo a terra molti palloni (19 punti per lei) non è efficace quanto Karakurt. Le igorine si portano comunque sul 18-21 subendo una rimonta analoga a quella del primo parziale e lasciando il set alle turche per 25-23. Il quarto set è un monologo delle padrone di casa, con una scoraggiata Igor che molla subito il colpo e chiude con un sonoro 25-16.

Nel pomeriggio di Venerdì 4 Febbraio è stato accolto il ricorso della Dinamo Mosca, a cui era stata assegnata la sconfitta a tavolino contro il Dukla Liberec. Pertanto la partita si giocherà e in caso di vittoria le russe andranno a giocarsi la qualificazione il 15 Febbraio al Pala Igor Gorgonzola. A Novara basterebbe comunque una sconfitta al tie break per qualificarsi come prima del girone.

IL TABELLINO

THY ISTANBUL – Igor Gorgonzola NOVARA 3-1 (25-21, 17-25, 25-23, 25-16)
THY ISTANBUL: Carlini 7, Orthmann 13, Ercan 6, Van Ryk 14, Kalac 11, Dixon 10, Onal (L), Unver 2, Germen 1, Cor, Kingdon Rishel 14. Non entrate: Yildirim (L), Toksoy Guidetti, Erkul. All. Abbondanza.
Igor Gorgonzola NOVARA: Montibeller 19, Bosetti 13, Chirichella 11, Hancock, Washington 9, Daalderop 12, Imperiali (L), D’Odorico, Battistoni 2. All. Lavarini.
ARBITRI: Jurkovic, Ozbar.
Durata set: 28′, 25′, 29′, 27′; Tot: 109′.

Il Vakifbank Istanbul espugna l’Arena di Monza

Non basta uno strepitoso avvio del Verovolley Monza a frenare le inarrestabili campionesse del mondo del Vakifbank Istanbul in un’Arena di Monza completamente sold-out.

Le ragazze di Gaspari scendono in campo con l’atteggiamento giusto, determinate e sicure nonostante il blasone e la forma delle avversarie. Il primo set va alle brianzole che grazie a una strepitosa Stysiak in attacco e a una miracolosa Parrocchiale in difesa chiudono sul 25-21, sorprendendo non poco le turche. Nel secondo set però le ospiti rilanciano con l’ingresso di Gulubay in regia e pareggiano i conti con le monzesi aggiudicandosi il parziale per 17-25. Nel terzo set le due superstar del bosforo Haak e Gabi cambiano marcia e avviano un bombardamento a tappeto della metà campo brianzola, chiudendo nuovamente sul 17-25. Il quarto set non entra mai nel vivo e le ospiti passeggiano indisturbate fino alla chiusura sul 12-25.

Il Vakifbank si qualifica così come prima del girone mentre il VeroVolley dovrà giocarsi il passaggio tra le migliori seconde il 15 Febbraio nella trasferta finlandese contro l’LP SALO.

IL TABELLINO
Vero Volley MONZA – VakifBank ISTANBUL 1-3 (25-21, 17-25, 17-25, 12-25) – Vero Volley MONZA: Stysiak 19, Gennari 9, Orro 4, Danesi 4, Rettke 4, Davyskiba 8, Parrocchiale (L), Lazovic 2, Candi 2. Non entrate: Boldini, Van Hecke, Zakchaiou, Moretto (L), Negretti. All. Gaspari.

VakifBank ISTANBUL: Gulubay 3, Ogbogu 12, Braga Guimaraes 12, Haak 32, Bartsch-Hackley 12, Gunes 1, Aykac (L), Boz, Akman 5. Non entrate: Ozbay, Senoglu, Gurkaynak, Acar (L), Cebecioglu. All. Guidetti.

ARBITRI: Kellenberger, Kovar. NOTE –

Durata set: 25′, 23′, 28′, 20′; Tot: 96′.

 

Articolo precedenteInter Milan, probabili formazioni, precedenti e dove vederla
Prossimo articoloFiorentina Lazio, probabili formazioni, precedenti e dove vederla