Miami GP, tutto pronto al debutto: tra sold out e voglia di stupire

Intervista a Luca Mariotti, si avvicina il GP di Miami

1298
Luca Mariotti Coloma

ESCLUSIVA – Intervista a Luca Mariotti

L’attesa sta per terminare. Manca sempre meno al debutto assoluto  del GP di Miami e, nonostante il tutto esaurito già registrato da parecchi giorni, non si ferma la caccia al biglietto.

Luca Mariotti, amministratore unico di Coloma Srl, racconta in esclusiva per SportPaper il grande successo di un evento che farà tappa in Florida sicuramente per i prossimi 10 anni.

Miami GP, è già tutto sold out 

Il Crypto Miami Grand Prix si prospetta come uno degli appuntamenti più eclatanti del calendario della Formula 1 di questa stagione. Sarà per “la prima volta”, sarà perché si è deciso di fare le cose davvero in grande stile, ma c’è stata una vera e propria corsa al biglietto.

Non ci sono più disponibilità c’è una lista d’attesa molto lunga con la speranza che qualcuno possa rinunciare. Al momento però nessuno sembra voler rinunciare. Una richiesta che comunque non si ferma”.

Nessuno spazio disponibile anche per le aree hospitality. Tutto esaurito per la McLaren Race House, il Silver Arrows Miami Clubs, il Ferrari Club, il MSC Cruises Yacht Clubs, la Red Bull Energy Station”.

MIAMI LOCANDINA GP

Crypto Miami Grand Prix tutte le ultime novità

Dopo la novità assoluta dell’introduzione della spiaggia, dell’Hard Rock Beach Club, il GP di Miami stupisce ancora con l’introduzione di uno Yacht club esclusivo a bordo pista dal quale seguire la gara.

Seguirà le esperienze di Monte-Carlo e Abu Dhabi e per farlo verrà costruito un lago artificiale nel quale verrano trasportate le barche. Un’esperienza davvero unica” racconta ancora Luca Mariotti.

Spettacolo previsto non solo in pista per il Gran Premio ma anche fuori. Gli organizzatori hanno previsto anche un intrattenimento di alto livello: “Il giovedì e il venerdì si esibiranno Maluma e Post Malone“.

Lago artificiale Miami GP Yatch Club

GP Miami e non solo: si pensa già al 2023? 

Se, i biglietti sono già tutti sold out e cresce l’attesa per assistere al debutto della Formula 1 in Florida, anche i lavori sulla pista procedono spediti: “Sono stati completati il primo e il secondo settore così come la posa dell’asfalto avvenuta parecchie settimane fa. Adesso si sta procedendo alla costruzione delle tribune ma siamo davvero agli sgoccioli”.

Per chi non riuscirà ad assistere all’edizione 2022 del GP di Miami c’è già la possibilità di provare ad accaparrarsi un biglietto per l’anno prossimo: “Stiamo cercando di dirottare le richieste che non riusciamo a soddisfare quest’anno sull’appuntamento del 2023. Anche quello sarà in calendario sempre a maggio. Abbiamo già una waiting list“.

E, il 2023 regalerà agli appassionati un altro GP in terra americana. Las Vegas è pronta a fare il suo debutto: “Dovrebbe tenersi a novembre e c’è già molto fermento intorno. Sarà un circuito suggestivo. Anche in questo caso è stata già aperta una lista d’attesa per poter vantare una priorità sull’acquisto dei biglietti” conclude Luca Mariotti.

Articolo precedenteDal sesto posto alla lotta scudetto: la “rivoluzione” Pioli
Prossimo articoloRoma Bodo Glimt, probabili formazioni, precedenti e dove vederla