Fantacalcio – Lukic e Pinamonti top di giornata; Meret che errore!

Pinamonti doppietta vincente, ma che errore per Meret! Lukic top di giornata, male Sergio Oliveira

56
Alex Meret ph: Fornelli/Keypress

Il Napoli abbandona il sogno scudetto; fatale l’errore di Meret e la doppietta di Pinamonti. Bonazzoli aggancia il treno salvezza.

Meno quattro alla conclusione di uno dei tornei più incerti degli ultimi anni. Le milanesi schiacciano le romane bissando i successi dell’andata e quelli di Coppa Italia, a dimostrazione di una differenza di valori emersa in misura addirittura imbarazzante. Entrambe continuano così la lotta per lo scudetto dalla quale si elimina definitivamente il già attardato Napoli, clamorosamente sconfitto ad Empoli nonostante il doppio vantaggio. In coda strabilia la Salernitana che vince tre partite consecutive in una settimana e si rilancia in zona salvezza a scapito del Venezia, ora ultimo. Tremano anche il Cagliari e la Sampdoria che non arresta il suo crollo verticale pur pareggiando a Verona. In grande evidenza il granata Lukic, migliore assoluto di giornata, Bonazzoli e Pinamonti; note di merito per Udogie e Dumfries, mentre Meret finisce inesorabilmente dietro la lavagna. Vediamo nel dettaglio le fantamedie dei migliori e peggiori del turno.

PORTIERI – Torna ad alti livelli l’estremo difensore dell’Hellas Montipo’, superato da Caputo dopo avergli respinto il tiro dal dischetto; il suo 8,5 di fantamedia ne fa il migliore del ruolo in questa giornata. Molto bene anche Sirigu, imbattuto, che porta a casa un bel 6,5. Decisamente da dimenticare il pomeriggio domenicale di Meret che continua ad alternare buone prestazioni a topiche gigantesche. Di questo passo rischia di ripercorrere il cammino di Scuffet, giovane promessa mai mantenuta; il suo 1 di fantamedia è il peggiore di giornata e tra i più bassi dell’intera stagione. Male anche Rui Patricio e Maenpaa (3) penalizzati però dalle reti subite e non solo per colpe loro…

DIFENSORI – 10 in pagella per Udogie e Dumfries, entrambi non nuovi ad exploit del genere. L’olandese si conferma uno dei migliori nel ruolo: non sarà esplosivo come Hakimi ma è riuscito a non farlo rimpiangere troppo. L’italiano classe 2002 continua a stupire e si candida si d’ora a pezzo pregiato del prossimo mercato estivo. Non male nemmeno il “bolognese” Hickey che però si ferma a quota 9,5 di fantamedia. Un secco 4 condanna all’ultimo posto di giornata la coppia Igor – Svoboda. Appena meglio Malcuit che rimedia un 4,5 mentre Milenkovic conferma la sua stagione altalenante incamerando un’insufficienza piena, 5, trasformata in 4,5 dal cartellino giallo; stessa identica sorte per Tomori e Kalulu.

CENTROCAMPISTI – Proprio a centrocampo si muove il top assoluto di giornata: Lukic, che non segnava dalle prime giornate, va in rete approfittando della posizione più avanzata e sfruttando l’assenza di Belotti raddoppia dal dischetto. Per lui un 13,5 di fantamedia che non capita tutti i giorni. Alle sue spalle un nugolo di calciatori che toccano quota 10 grazie ad una buona prestazione impreziosita da un gol; tra questi ci sentiamo di premiare Badelj che con la sua rete rinvigorisce le speranze del Genoa di permanere nella massima serie. Dietro la lavagna il giallorosso Sergio Oliveira (fm 4,5) che paga anche la giornata storta dei compagni di squadra; per lui tanti palloni sbagliati e la difficoltà di arginare la marea nerazzurra. 

ATTACCANTI – Esplode finalmente (non ce ne vogliano i tifosi partenopei) la verve realizzativa di Pinamonti che, anche grazie alle incredibili incertezze dei difensori azzurri, si arrampica sul gradino più alto del podio tra gli attaccanti nel 34esimo turno. Per lui una doppietta che vale un complessivo 13 di fantamedia (mezzo punto in meno per il cartellino giallo). Alle sue spalle si rivede Muriel, un gol ed un assist, che tocca quota 12, mentre l’udinese Success, sempre con una rete ed un assist, si merita un bel 11,5. Sono ben 5 i peggiori del ruolo, tutti con una fantamedia proprio del 5. Tra questi evidenziamo le prestazioni negative di Barrow, Cutrone e El Shaarawy che toccano tale quota senza “avvalersi” dell’ammonizione.