Mercato Inter, Marotta conferma Perisic e si avvicina a Dybala: tutti i dettagli

78
Calciomercato Inter Luis Muriel

La Coppa Italia si avvicina e Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter ha parlato a meno di 24 ore dal calcio d’inizio sottolineando cosa arriverà dal mercato a poche settimane dall’inizio. L’ad, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato di Perisic ma anche della trattativa legata a Dybala.

“Questa Inter per la prima volta deve convivere contemporaneamente con due tornei importanti come campionato e Coppa Italia, c’è un po’ di tensione straordinaria. Ho notato però che il clima è molto sereno dove la motivazione è molto forte. Tutte le componenti della squadra vogliono regalare ai tifosi qualcosa di speciale”.

E su Dybala, l’ad ha risposto così: ” A mio giudizio è un ottimo calciatore, tutti sanno che è svincolato e quindi è appetibile. Noi abbiamo un reparto offensivo ottimo, siamo la squadra che ha fatto più gol e non abbiamo grandi problemi. Ciò nonostante lo apprezzo. Il mercato nerazzurro avrà sacrifici? Abbiamo un bravo allenatore che quest’anno ha fatto esperienza, abbiamo lo zoccolo duro di giocatori che rappresentano un fattore positivo. Accanto a questi pilastri dobbiamo puntellare, cogliendo opportunità. Non è pensabile in Italia di fare investimenti pesanti, siamo portati alla parsimonia: si devono trovare giocatori funzionali. Su Perisic“Se vuole restare con noi vorremmo accontentarlo, senza eccedere nelle somme economiche. Sono fiducioso”.

L’ad nerazzurro commenta così il trasferimento di Haaland al City: “Amarezza, la serie A era la Eldorado del calcio, tutti gli stranieri cercavano di venire da noi. Ora non siamo più competitivi come una volta e la Premier può permettersi certi investimenti, noi no”.

Su Dzeko :“Edin è un professionista molto bravo che si è inserito rapidamente, dispensa sempre incitamento a Lautaro e agli altri giovani e porta tanta esperienza calcistica che si traduce nel supporto ai compagni di reparto”. Marotta ha commentato anche la sua passione per il tennis“Io amo il tennis degli anni passati, il mio idolo era Pietrangeli, poi Panatta. Oggi sto apprezzando il talento di Sinner, dimostra di essere un grande atleta e un ottimo tennista, mi spiace debbe scontrarsi così presto con Fognini”.

 

Articolo precedenteMercato Milan, spunta l’ipotesi francese per l’attacco: il nome
Prossimo articoloMercato Juventus, Arrivabene sicuro: “Faremo acquisti mirati ma..”: il piano dell’ad