Inter, Inzaghi ci crede: “Non molliamo mai. Grande stagione di Lautaro”

39
SIMONE INZAGHI ABBRACCIA LAUTARO MARTINEZ ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Inzaghi, allenatore dell’Inter, aveva chiesto un ultimo sforzo in vista della sfida contro il Cagliari. Risultato non semplice dopo la vittoria del Milan ma ottenuto grazie alla solita prestazione di Lautaro Martinez, autore di una doppietta e alla rete iniziale di Darmian.

Queste le parole di Simone Inzaghi, al termine della gara vinta contro il Cagliari:

Ci raccontate le emozioni vissute oggi dalla vittoria del Milan alla vostra?
“Più che oggi, penso alle emozioni di mercoledì: abbiamo vinto un trofeo cui tenevamo tantissimo. Oggi andava fatta una partita seria, non era semplice dopo la vittoria del Milan ma abbiamo fatto una grande partita. Abbiamo segnato tre gol e preso dei pali, abbiamo fatto bene e non era scontato contro un avversario che in casa è problematico”.

Qual è il giocatore del Sassuolo che ti piace di più?
“E’ un’ottima squadra, con grandi individualità tecniche. Sarà un’ultima giornata apertissima su tutti i fronti, penso che tutti si siano divertiti. A Udine e Cagliari abbiamo affrontato in trasferta due squadre toste giocando dopo il Milan e abbiamo vinto. Vogliamo giocarcela fino alla fine”.

Quante possibilità si dà?
“Nel calcio non bisogna mai mollare, la squadra lo ha dimostrato sempre che non vuole mollare di un centimetro. Poi io ho vinto uno Scudetto all’ultima giornata con la Lazio”.

Lautaro potrebbe essere uno da 30 gol in campionato.
“Ha segnato 25 gol e ha fatto 13 reti nelle ultime 13 partite. Dopo la squalifica col Verona e la partita con lo Spezia non si è più fermato anche perché la squadra lo ha messo nelle condizioni di segnare. Non è una scoperta, ma quest’anno ha fatto il suo record di gol. E’ un giocatore importantissimo, è stato bravo perché in allenamento ha sempre lavorato al massimo anche quando non segnava”.

Se lei potesse rigiocare una partita quale giocherebbe?
“Probabilmente l’andata col Liverpool. Derby di ritorno? No, perché il Liverpool ha perso con noi l’unica partita del 2022. Senza quel rosso al ritorno… Poi penso ai titoli vinti e a quanto di bello tifosi e squadra mi hanno dato. Non immaginavo una stagione così, abbiamo fatto percorsi importantissimi e solo l’espulsione di Liverpool ha interrotto quello europeo che è stato magnifico”.

Articolo precedenteCagliari Inter, risultato, tabellino e highlights (1-3)
Prossimo articoloJuventus, Dybala saluta i tifosi bianconeri con una lettera