Formula 1, Leclerc fa sognare il mondo Ferrari ma il favorito resta Verstappen

38
Verstappen

Gli ultimi anni in casa Ferrari sono stati deludenti. Aspettative non rispettate, macchine non all’altezza e troppo gap con le rivali, in particolare Red Bull e Mercedes. Ma la nuova F1-75, questo il nome della macchina di quest’anno, porta con sé le migliori premesse. E lo si è visto dallo scorso 20 marzo, quando Leclerc ha sbaragliato la concorrenza in Bahrein. Da lì Ferrari sempre in podio, eccezion fatta per il rocambolesco gran premio di Imola. Ora il prossimo 22 maggio si corre in Spagna, in quello che è il primo crocevia del mondiale che si chiuderà a settembre.

Per ora la classifica è chiara: Leclerc comanda con 104 punti, seguito da Verstappen ad 85 e dal compagno dell’olandese Sergio Perez. Carlos Sainz invece ha raccolto finora 53 punti, offrendo il supporto spesso decisivo agli strappi di Leclerc. I cui risultati, finora, sono eloquenti. Il predestinato qualcosa aveva fatto vedere già in passato. Tre anni fa, col magnifico trionfo di Monza, molti parlarono della nascita di un mito.

Altri tempi, altro pilota, all’epoca astro nascente della Formula 1. E soprattutto altra macchina: ingranaggi che non hanno preso ciascuno il proprio posto e che solo ora cominciano ad ingranare. La quadra, alla fine, è stata trovata. I piloti ci sono, la macchina e la squadra pure: le carte in regola in un Mondiale di Formula 1 sono queste. Con in mezzo tutte le variabili del caso, dettagli minimi che però possono fare la differenza sempre.

Ma per i principali bookmaker, tra cui Rabona Scommesse Sportive, non sono ancora maturi i tempi per dare il montecarlese per favorito. Il sopracitato portale di betting online infatti quota ancora Max Verstappen come favorito: 1.86 per l’olandese immortale, incapace di arrendersi e, come dimostrato lo scorso anno, osso duro fino alla fine. Ne sa qualcosa Hamilton, fino a due anni fa un cannibale da 7 mondiali iridati e l’anno scorso beffato proprio da Verstappen dopo un lungo testa a testa. Per il pilota di Stevenage, fino allo scorso anno sempre in prima fila tra i favoriti, la quota è sensibilmente aumentata: la vittoria finale di Hamilton è data a 30.00, complici i problemi di una Mercedes che paga anni di trionfi forse sufficienti.

Sainz, compagno di Leclerc (quota oggi a 2.18), è dato invece a 50, dieci in più rispetto a Russell (40.00), il giovane connazionale di Hamilton e suo compagno alla Mercedes. Presto, comunque, per assecondare i pronostici: come in ogni sport, la valutazione è legata ad ogni singolo GP. E il prossimo va di scena in Spagna. Prima dei verdetti c’è tempo. Ma per sognare non ci sono mai limiti.