Fantacalcio – I difensori Top, e non solo, da schierare nella vostra Fantaformazione

Ecco su quali difensori puntare per la vostra fantaformazione

54
Denzel Dumfries ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

La difesa Top per la vostra Fantaformazione

Una volta scelti i guardiani della porta della vostra Fantaformazione, bisognerà passare agli altri delicatissimi ruoli per la composizione di una squadra ma soprattutto di una rosa, competitiva ad ogni livello. Per quanto concerne i difensori per prima cosa decidete se volete usufruire o meno del modificatore della difesa. In caso positivo avrete bisogno di almeno 6 difensori (su 8) che abbiano la quasi assoluta certezza di scendere in campo ogni settimana in quanto 4 dovrete schierarli obbligatoriamente per sfruttare il punteggio bonus da modificatore; in caso contrario ne basteranno 4 o 5 ma sarebbe comunque meglio non rischiare di rimanere scoperti in caso di squalifiche, infortuni etc.

Centrare gli uomini giusti ai quali affidare il reparto difensivo non è affatto semplice perché oltre all’affidabilità, che fa rima con la titolarità di cui abbiamo appena parlato, un grande difensore “da Fantacalcio” deve rimediare pochi cartellini gialli e rossi (che tolgono punti e potrebbero portare ad assenze pesanti) e possibilmente, di tanto in tanto, siglare qualche rete, fonte inestimabile di bonus e spesso determinanti per dirimere incontri equilibrati che si giocano punto a punto.

Considerando il metodo CLASSIC, perché in caso di MANTRA le varianti sarebbero molteplici e ne parleremo diffusamente in altri articoli, avrete ampio margine di movimento (budget permettendo) perché potrete schierare tranquillamente 3 o 4 laterali, quelli che solitamente sono più propensi alle sortite offensive e raggranellano perciò gol ed assist.

Ecco i migliori difensori da inserire in Fantaformazione

Aspettando di conoscere meglio i nuovi arrivati, cominciamo a vedere quali sono le certezze acclarate da non farsi assolutamente sfuggire. Detto che alcuni TOP della retroguardia hanno lasciato il Fantacalcio (su tutti il senegalese Koulibaly passato al Chelsea), i due leader della vostra difesa potrebbero essere l’interista Dumfries (fantamedia 6,77 lo scorso anno) ed il suo rivale diretto Theo Hernandez (fm 6,69). Prenderli entrambi sarà difficile ma nel caso optaste per la DIFESA A TRE potreste provare a piazzare il colpo, magari affiancandogli un terzo “incomodo” di grande affidabilità e basso costo come per esempio Acerbi, penalizzato al momento dall’incerto destino ma che qualora approdasse in una squadra di non primissimo piano sarebbe titolare inamovibile divenendo così molto appetibile poiché notoriamente salta poche gare e realizza pure qualche rete…

Grande rivelazione dello scorso anno, quindi molto atteso e costoso, è il brasiliano Bremer (fm 6,59) appena approdato alla Juventus nella quale potrebbe far coppia con Bonucci che nello scorso campionato, ma con 15 partite saltate (!) è stato il migliore per fantamedia (6,78) del reparto. Copiare la scelta della “vecchia Signora” potrebbe essere rischioso ma anche ripagarvi, magari puntando qualcosa (come quarto o quinto slot) sull’altro bianconero Gatti, all’esordio nella massima serie ma già visto in azione con la maglia azzurra.

Difensori di prima fascia per la vostra Fantaformazione

Proprio la partenza di Koulibaly lascerà il bastone del comando nelle mani di Rrahmani (6,56 di fm e 4 reti nella passata stagione), che dopo aver scalzato Manolas avrà il compito di favorire la crescita del neoazzurro Kim, terzo coreano del nostro calcio, sul quale moderatamente punteremmo qualcosa.

Senza esagerare nella spesa in caso di asta libera si potrebbe prendere Romagnoli, atteso al rilancio dopo una stagione in chiaroscuro (fm 6 ma appena 17 presenze). Di sicura affidabilità ed in grado di dare soddisfazioni sia pure non frequentissime sono Di Lorenzo (4 assist), Lazzari, il Bastoni dell’Inter e Danilo. Mentre meriteranno tanta attenzione da parte vostra l’udinese Udogie, il veterano Faraoni e naturalmente Skriniar, Tomori e Kalulu. Non sottovalutate nemmeno Mancini della Roma ed il suo compagno di reparto Smalling, fermato in passato soltanto dai troppi infortuni.

 

Articolo precedenteCalciomercato Inter, gli esuberi bloccano le cessioni: il punto
Prossimo articoloCalciomercato Inter, Sanchez tratta la rescissione: ecco quanto costerà al club di Zhang