Calciomercato, i migliori colpi last minute delle squadre italiane

Alcuni dei colpi messi a segno dalle squadre di Serie A nell'ultimo giorno di mercato

76
News Calciomercato

Calciomercato, quali sono stati i migliori colpi messi a segno nell’ultima giornata di mercato?

Come sempre, l’ultima giornata di Calciomercato è quella che più tiene sulle spine gli appassionati. Tante le trattative e le notizie che tengono i tifosi con il fiato sospeso. Gli interisti, ad esempio, aspettano notizie su Gosens e Skriniar; i milanisti su Sergino Dest. Insomma, non ci si annoia oggi.

Ma quali stati sono i migliori colpi delle squadre di Serie A nell’ultimo giorno di mercato? Ecco alcuni nomi:

  • Pjanic. Nell’ultimo giorno di mercato dell’estate del 2011 la Roma si scatenò sul mercato portando in giallorosso ben 4 giocatori, tra cui Miralem Pjanic.
  • Nesta. Nell’estate del 2002, la Lazio si trovò in difficoltà economica. Nelle ultime ore di mercato il Milan offrì 31 milioni di euro ai biancocelesti, i quali accettarono di cedere il difensore. Nesta, in quella stagione, vincerà la Champions col Diavolo.
  • Crespo. L’addio del Fenomeno fu un duro colpo per i nerazzurri, ma l’Inter corse ai ripari e riuscì a mettere a segno un grandissimo colpo. Crespo, anch’egli arrivato da una Lazio in difficoltà economica, giocherà in nerazzurro per 4 stagioni.
  • Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese era promesso sposo della Roma. Sembrava tutto fatto per il suo trasferimento nella Capitale, ma con l’intervento di Fabio Capello (appena sbarcato sulla panchina panchina bianconera), i bianconeri si inseriscono nella trattativa e portano Ibrahimovic alla Continassa.
  • Wesley Sneijder. Uno dei colpi più importanti messi a segno da una squadra italiana. L’impatto di Sneijder è stato micidiale: arriva il 26 agosto per poi segnare nel derby contro il Milan disputatosi il 26. Nella stagione 2009/10 realizzò il Triplete con l’Inter e si classificherà come uno dei migliori centrocampisti al mondo.
  • Diego Milito. Emblematico, iconico Federico Pastorello, procuratore di Milito, che lancia il contratto oltre la porta degli uffici della Lega Calcio. Mossa che gli costa una multa di qualche migliaia di euro, ma la trattativa va a buon fine e l’attaccante argentino ritorna al Genoa.
Articolo precedenteCalciomercato Inter, diventa colpo cruciale: il difensore arriverà
Prossimo articoloCalciomercato Serie B: il Pisa sorpassa il Cagliari per Barba, tris di arrivi per il Como