Fullkrug regala il pari alla Germania: alla Spagna non basta Morata (1-1)

La Germania strappa un pareggio

42
RUDIGER E SULE RAMMARICATI ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Qatar 2022, Fullkrug salva la Germania: tutto rimandato per la Spagna

Il Mondiale comincia a regalare la vista di qualche big match, come quello disputato tra Spagna e Germania. Le due squadre si sono presentate alla partita con visuali diverse ma stesso obiettivo. La Germania cerca la vittoria per rimanere ancora in corsa al torneo, mentre per le Furie Rosse, la vittoria regalerebbe il passaggio del turno. Un primo tempo a livelli alti, intensi e il concetto di studiarsi c’è ma non troppo. Tra un traversa presa da Dani Olmo, con deviazione di Neuer, e il gol annullato per fuorigioco a Rudiger, si prospetta un secondo tempo tutto a vedere. Inizia il secondo tempo a livelli altissimi, entrambe le squadre sono aggressive ma la qualità della Spagna si fa sentire. Al minuto 62, dopo un gran lavoro di Jordi Alba che, con un vero capolavoro, ha servito Alvaro Morata il quale ha finalizzato l’azione battendo Manuel Neuer con una gran botta sulla sinistra. 1:0. Pochi minuti dopo, Asensio, spreca il pallone del 2 a 0 clamorosamente. Sembra ormai fatta per i ragazzi di Luis Enrique ma al minuto 83, Fullkrug era nel posto giusto al momento giusto, la palla, dopo un fortuito rimbalzo, termina proprio sui suoi piedi all’interno dell’area e da li riesce a segnare all’incrocio dei pali. Siamo 1:1. Nei minuti finali si corre tanto, la palla va da un lato all’altro. Ma basta cosi . Germania resta viva, mentre per la Spagna è tutto rimandato.

Spagna-Germania: tabellino e risultato

Reti: al 17′ del st Morata, al 38′ del st Fullkrug

Ammonizioni: Kehrer, Busquets, Goretzka, Kimmich

SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Carvajal, Rodri, Laporte, Jordi Alba (dal 37′ st Balde); Gavi (dal 21′ st Koke), Busquets, Pedri; Ferran Torres (dal 9′ st Morata), Dani Olmo, Asensio (dal 21′ st Williams). A disposizione: Azpilcueta, Balde, Fati, garcia, Guillamon, Koke, Llorente, Morata, Pino, Raya, Sanchez, Sarabia, Soler, P. Torres, Williams. Allenatore: Luis Enrique.

GERMANIA (4-2-3-1):  Neuer; Süle, Kehrer (dal 25′ st Klostermann), Rüdiger, Raum (dal 42′ st Schlotterbeck); Kimmich, Gündogan (dal 25′ st Fullkrug); Gnabry (dal 40′ st Hofmann), Goretzka, Musiala; Müller (dal 25′ st Sane). A disposizione: Adeyemi, bella-Kotchap, Brandt, Fullkrug, Ginter, Gotze, Gunter, Havertz, Hofmann, Klostermann, Moukoko, Sane, Schlotterbeck, ter Stegen, Trapp. Allenatore: Flick.

 

 

Articolo precedenteSerie B: i risultati della 14^ giornata Il Genoa cade a Perugia, colpo Venezia
Prossimo articoloGli spettacoli di gioco dal casino live più popolari
Davide Parravano, redattore di SportPaper.it e di Komunicare Editore, esperto di calcio italiano ed estero