La Svizzera batte la Serbia e si regala gli ottavi (2-3). Non basta la rete di Vlahovic

La squadra di Yakin passa agli ottavi

30
DUSAN VLAHOVIC PENSIEROSO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Ad accedere ai quarti di finale del Mondiale in Qatar sono Brasile e Svizzera. La squadra di Yakin supera 3-2 la Serbia e passa come seconda della classe dopo quella di Tite. Al 20′ a passare in vantaggio sono proprio gli svizzeri grazie ad una conclusione sporcata di Shaqiri. 6′ minuti più tardi è però la Serbia a trovare il pareggio grazie a Mitrovic, che è bravo a insaccare di testa. Partita dalle mille sorprese, ma non è finita qui perchè stavolta a passare in vantaggio è proprio la Serbia grazie ad una splendida conclusione di Vlahovic.

A fine primo tempo i giochi non sono ancora fatti perchè è Embolo a pareggiare i conti a pochi secondi dal fischio dell’arbitro. Il secondo tempo comincia subito forte ed è la Svizzera a tornare in vantaggio al 48′ grazie all’atalantino Freuler, rete che sarà poi decisiva per la vittoria e per il passaggio del turno. Nel finale rissa e tensioni tra le due squadre e un paio di occasione anche per Mitrovic, che però spreca tutto.

Serbia-Svizzera, il tabellino:

SERBIA (3-4-2-1): V. Milinkovic-Savic; Veljkovic (dal 9′ st Gudelj), Milenkovic, Pavlovic; Zivkovic (dal 33′ st Radonjic), Lukic, S. Milinkovic-Savic (dal 23′ st Maksimovic), Kostic; Tadic (dal 33′ st Djuricic); A. Mitrovic, Vlahovic (dal 9′ st Jovic). A disposizione: Dmitrovic, Rajkovic, Erakovic, Maksimovic, Radonjic, Gudelj, Jovic, Mitrovic, Babic, Racic, Djuricic, Lazovic, Ilic, Mladenovic, Grujic. CT: Stojkovic

SVIZZERA (4-3-3): Kobel; Widmer, Akanji, Schaer, Rodriguez; Sow (dal 23′ st Fernandes), Freuler, Xhaka; Shaqiri (dal 23′ st Zakaria), Embolo (dal 51′ st Okafor), Vargas (dal 38′ st Fassnacht). A disposizione: Omlin, Fernandes, Zakaria, Seferovic, Steffen, Aebischer, Fassnacht, Comert, Okafor, Frei, Rieder, Jashari. CT: Yakin.

Reti: al 20′ pt Shaqiri, al 26′ pt Mitrovic, al 35′ pt Vlahovic, al 44′ pt Empoli, al 3′ st Freuler

Ammonizioni: Widmer, Vargas, Milinkovic-Savic, Pavlovic, Rajkovic (dalla panchina), Racic, Mitrovic, Xhaka, Milenkovic, Schaer

Recupero: 3 minuti di recupero, 7 minuti di recupero

Articolo precedenteCalciomercato Milan, che occasione a zero dall’Atletico Madrid: Maldini ci pensa
Prossimo articoloQatar 2022, niente miracolo per il Camerun: sarà Brasile-Giappone
Anthony Cervoni, redattore di SportPaper.it e di Komunicare Editore, esperto di calcio italiano ed estero