Tennis, Coppa Davis: Murray risponde a Goffin

223

TennisSulla terra rossa indoor del Flanders Expo di Gand, si sta disputando la finale di Coppa Davis tra Gran Bretagna e Belgio valida per la conquista della rinomata insalatiera.
I primi a scendere in campo sono stati il numero uno belga David Goffin e il debuttante Kyle Edmund, sorpresa di giornata ed attuale numero 100 al mondo. Partenza sprint del giovane britannico che, tra lo stupore generale, conquista i primi due set con il punteggio di 6-3 6-1, mostrando solidità e potenza nei colpi. All’inizio del terzo set Edmund incappa in un piccolo passaggio a vuoto che rimette in gareggiata il 24enne di Recourt, molto più attento a non sbagliare e ad essere efficace con i colpi da fondocampo. Goffin rimette tra se e il suo avversario un margine di sicurezza e si aggiudica il terzo parziale per sei giochi a due. L’inerzia dei punti è cambiata: il belga, più offensivo rispetto ai primi due parziali, prende le redini in mano della partita e continua a macinare punto dopo punto conquistando il 4° e il 5° set per 6-1 6-0. Queste le parole a fine partite di David Goffin che può tirare un grosso sospiro di sollievo: “Non è stato facile, ho fatto fatica a trovare il mio timing. Ero molto sorpreso soprattutto dal suo dritto molto pesante. Sono contento di aver conquistato il primo punto per il mio paese”.

Nel secondo match di singolare, il britannico Andy Murray ha sconfitto in tre set Ruben Bemelmans, numero 108 Atp, con il punteggio di 6-3 6-2 7-5. A nulla è servito il piano di aggressione del belga che non è riuscito a scardinare la difesa messa in atto dal numero 2 del ranking mondiale, che si è dimostrato un vero e proprio muro di gomma. Un Murray concentratissimo limita al minimo sindacale il numero degli errori non forzati e si aggiudica i primi due parziali senza troppi patemi. Nel terzo set un passaggio a vuoto del 28enne di Glasgow permette a Bemelmans di avere un set point, risvegliando le speranze del pubblico locale. Set point che viene annullato da Andy Murray con una rischiosa seconda palla di servizio che si stanzia nei pressi della riga. Qualche minuto più tardi è il campione britannico ad avere la chance di chiudere l’incontro e non fallisce l’occasione. Game, Set and Match Murray e la Gran Bretagna continua a sognare…