Lazio, primo volo del Boeing 737: giocatori terrorizzati

107

La squadra di Inzaghi è rientrata nella Capitale a mezzanotte con un volo privato

Prima apparizione da dimenticare per l’aereo personale della Lazio. Il Boeing 737 è partito da Roma verso Crotone ma non ha fatto il percorso inverso. Il volo d’andata non è stato tranquillo a causa delle condizione climatiche che si sono abbattute sulla città di Crotone. Una bomba d’acqua ha messo in ginocchio la città tanto da far chiudere l’aeroporto di Sant’Anna. I giocatori biancocelesti non hanno potuto usufruire dell’aereo privato per il ritorno; infatti dopo la gara hanno raggiunto Lamezia con il pullman per poter poi prendere un volo Alitalia che ha riportato la squadra nella Capitale solo a mezzanotte.

A fine gara, Ciro Immobile ha commentato così il viaggio d’andata: “Siamo arrivati tutti con la paura addosso, a parte Tare, Acerbi e Parolo. Parolo è completamente matto, si diverte sull’aereo come sulle giostre. Quando siamo atterrati ho chiesto perché non avessero fatto un video a me, forse perché anche i miei compagni non se la sono passata bene”,