Atalanta-Napoli, Gasperini furioso nel dopo gara: “Questa partita era una trappola”

Poker della Dea, Napoli ko. L'Atalanta supera tutti e si piazza in quarta posizione. Napoli out, settimo in classifica

124
Atalanta Lazio risultato tabellino highlights
esultanza Atalanta ph: Fornelli/Keypress

Atalanta-Napoli 4-2

L’Atalanta affonda il Napoli, 4-2 al Gewiss Stadium di Bergamo. Dopo un primo tempo finito a reti inviolate, il secondo tempo si accende. Apre le marcature al 52′ Zapata, poi Zielinski pareggia al 58′. Gosens e Mueriel (64′-71′) portano la Dea sul 3-1. Un autogol di Gosens al 76′ riapre le chance al Napoli, ma al 79′ Romero chiude la gara, segna il 4-2. La squadra allenata da Gasperini, espulso al 26′ per proteste contro l’arbitro, si piazza in 4a posizione, il Napoli è settimo in classifica.

Gasperini furioso

A fine gara Giampiero Gasperini parla ai microfoni di Sky Sport, il tecnico è furibondo: “Oggi sono come uno passato sotto un treno ma non si è fatto niente, perché questa partita era una trappola. È stata una partita pesante, quella vista stasera non so se sarà l’Atalanta che scenderà in campo contro il Real Madrid ma intanto pensiamo a goderci questa vittoria contro il Napoli che era molto importante. La direzione di gara è stata pesantissima e l’avversario altrettanto forte. L’episodio su Pessina era da rigore e da gol ma altri episodi sono stati pesanti da sopportare durante la partita”. Nonostante gli episodi che hanno messo di malumore l’allenatore, resta la gioia per la vittoria e quanto di buono fatto quest’anno: “È un risultato che ci mette bene in classifica e ci fa arrivare bene ad una partita importante. Volevamo stare dentro tutto, l’abbiamo sempre detto”.