Il mio nome è Ayrton e faccio il Pilota: 26 anni senza Senna

311
Ayrton Senna

Ayrton Senna se n’è andato il 1 Maggio 1994

Il mio nome è Ayrton e faccio il pilota” recitava il compianto Lucio Dalla in una della sue canzoni più belle in assoluto, un sussurro di rabbia e di Amore in memorie e in onore di Ayrton Senna Da Silva il grande pilota brasiliano, forse il più grande in assoluto, Campione del Mondo di Formula Uno nel 1988 nel 1990 e nel 1991. Senna ha perso la vita proprio in Italia, anzi in Emilia Romagna, e proprio a Bologna, a due passi da casa del cantautore il 1 Maggio del 1994, in seguito alle ferite riportate nel tragico incidente nel quale incappò sul circuito di Imola nel Gran Premio di San Marino. Sono passati 26 anni e noi di sportpaper oggi gli rendiamo questo piccolo omaggio

Il mio nome è Ayrton, il testo e il video della canzone

“Il mio nome è Ayrton e faccio il pilota
e corro veloce per la mia strada
anche se non è più la stessa strada
anche se non è più la stessa cosa
anche se qui non ci sono piloti
anche se qui non ci sono bandiere
anche se qui non ci sono sigarette e birra
che pagano per continuare
per continuare poi che cosa
per sponsorizzare in realtà che cosa.
E come uomo io ci ho messo degli anni
a capire che la colpa era anche mia
a capire che ero stato un poco anch’io
e ho capito che era tutto finto
ho capito che un vincitore vale quanto un vinto
ho capito che la gente amava me
potevo fare qualcosa
dovevo cambiare qualche cosa.
E ho deciso una notte di maggio
in una terra di sognatori
ho deciso che toccava forse a me
e ho capito che Dio mi aveva dato
il potere di far tornare indietro il mondo
rimbalzando nella curva insieme a me
mi ha detto “chiudi gli occhi e riposa”
e io ho chiuso gli occhi.
Il mio nome è Ayrton e faccio il pilota
e corro veloce per la mia strada
anche se non è più la stessa strada
anche se non è più la stessa cosa
anche se qui non ci sono i piloti
anche se qui non ci sono bandiere
anche se forse non è servito a niente
tanto il circo cambierà città
tu mi hai detto “chiudi gli occhi e riposa”
e io adesso chiudo gli occhi…” (Lucio Dalla)

Chi era Ayrton Senna

Ayrton Senna da Silva era nato a San Paolo in Brasile il 21 marzo 1960 ed è morto all’Ospedale di Bologna dove fu trasportato dopo l’incidente di Imola il 1 maggio 1994. E’considerato uno dei piloti di Formula 1 più forti di tutti i tempi, coniugava la capacità di portare al limite la sua formula 1 con una grande sensibilità nella messa a punto e nella scelta degli pneumatici. Particolarmente veloce sul giro in prova, Senna è stato il pilota, dopo Juan Manuel Fangio, Jim Clark ed Alberto Ascari, ad avere ottenuto più pole position in rapporto ai Gran Premi disputati, ed è il quinto pilota in classifica per numero di vittorie (41) dietro a Michael Schumacher (91), Lewis Hamilton (54 al 2017), Alain Prost (51), e Sebastian Vettel (44 al 2017).

Qualche numero di Ayrton Senna

Ayrton Senna ha partecipato a 161 Gran Premi di Formula 1, cogliendo, come detto 41 vittorie (35 con la McLaren e 6 con la Lotus), 65 pole position (46 in McLaren, 16 in Lotus e 3 in Williams), 19 giri più veloci (15 in McLaren, 3 in Lotus e 1 con la Toleman), 610 punti iridati validi (su 614 totali). È partito per 87 volte in prima fila e ha ottenuto 96 piazzamenti a punti, 80 dei quali sul podio, percorrendo 13672 km al comando di una corsa, vale a dire 2931 giri.