Boxe: Roberto Durán, risultato positivo al Covid-19, è guarito!

64
Roberto Durán

Il leggendario pugile ha ringraziato i medici e gli infermieri che lo hanno curato: “Io sarò un ex campione del mondo,  ma voi siete i veri campioni della vita”.

A rendere noto il contagio del 69enne era stato il figlio Robin su Instagram; era stata riscontrata la positività del padre al Coronavirus, sebbene l’unico sintomo fosse un raffreddore. Le sue condizioni meno mele non hanno mai destato molte preoccupazioni, difatti era stato ricoverato in ospedale solo a scopo precauzionale; anche in considerazione del brutto incidente stradale che Roberto Durán aveva avuto nel 2011 in Argentina, che gli causò gravi problemi a livello polmonare. Non è mai stato infatti necessario tenerlo in terapia intensiva o attaccato a un respiratore.

“Manos de Piedra”

Il Coronavirus ha messo quindi ko anche Roberto Durán, detto “Manos de Piedra” eletto il peso leggero più forte di tutti i tempi, campione del mondo in quattro diverse categorie di peso. Celebre anche la sua partecipazione nel film Rocky II di Sylvester Stallone in una scena nella quale fece da sparring partner proprio a Rocky Balboa.

Durán, con un video pubblicato sulla sua pagina Instagram giovedì 2 luglio ha annunciato al mondo di essere guarito dal Covid-19. Nel video si vede il panamense mentre lascia l’ospedale dov’era stato ricoverato la settimana prima, seduto su una carrozzina spinta da un medico, saluta con il pollice alzato, mentre il personale infermieristico agita delle bandierine panamensi in suo onore.

Nel post pubblicato si legge: “È stata una sfida da campionato del mondo che sono riuscito a vincere come squadra, grazie al supporto, all’affetto e alla dedizione di uno staff medico che non si è preso cura solo di me, ma di tutti i pazienti. Questo virus non fa differenze fra leggende, titoli mondiali, status sociale, razza o religione” ha continuato “E a chi lo sta ancora combattendo raccomando di avere grande forza e di non perdere mai le speranze».

Le ultime parole dell’ex stella del pugilato nel video messaggio social, sono invece dedicate ai fan, ai dottori e agli infermieri che lo hanno curato. «Sono grato ai miei tifosi per le preghiere e i messaggi di incoraggiamento che mi hanno, ma io non mi stancherò mai di ringraziare tutti i medici e le infermiere che, giorno dopo giorno, fanno del loro meglio, senza preoccuparsi del rischio che corrono. Io sarò un ex campione del mondo, ma voi siete i veri campioni della vita».