Cagliari-Crotone: pareggio tra le polemiche

103

Partita animata, il pareggio arriva già al primo tempo

Abilità e nervosismo non sono mancate tra Cagliari e Crotone nella sfida di questo pomeriggio. Il pareggio finale arriva già nella prima frazione di gioco. Cagliari che parte da un 3-5-2 tra cui anche Castan titolare. Il nuovo arrivo interviene spesso nelle giocate avversarie e come primo approccio in rossoblu non è male. Ma il Crotone non aspetta e con un rigore trasformato da Trotta sigla la rete del vantaggio. Vantaggio che dura poco perché al 43′ Cigarini chiude il primo tempo con il pareggio grazie ad un prodigioso tiro sopra la testa di Cordaz.

Secondo tempo molto nervoso, si porta gli strascichi del primo tempo segnato da diverse polemiche. Cagliari che finisce per disputate la partita in 10 causa espulsione di Pisacane.

Pareggio segnato dalle polemiche: le decisioni dubbie di Tagliavento

Le polemiche hanno infuocato anche questo match del Cagliari. Il Var utilizzato da Tagliavento mette in discussione molte decisioni:

– 1-0 Crotone: decisione dubbia di Tagliavento che va a rivedere l’azione giudicando falloso l’intervento da parte del giocatore rossoblu. L’azione viene presa in considerazione solo dopo un minuto e la stessa non si può ritenere da rigore. È infatti il giocatore del Crotone He per evitare il difensore si scansa.

– espulsione di Pisacane, inaccettabile il ricorso al Var di Tagliavento che nonostante veda il tocco sul pallone di Pisacane lo espelle con rosso diretto. Non si esclude il fallo ma non abbastanza da assegnare rosso diretto.

–  2-1 Crotone: Crotone che passa momentaneamente in vantaggio chiudendo definitivamente il match. Dubbio sul probabile fuorigioco che richiede il Var dopo mezzo minuto di colloquio con l’arbitro Var in silent check. Gol annullato per fuorigioco e punizione per Rafael.