Calciomercato, grandi sconti sui centrocampisti di Premier

121
L'ESULTANZA DI JORGINHO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

La Premier League si dirige verso la conclusione. Oggi infatti, con Tottenham-Everton (ore 21.00), termina la 33° giornata. Tranne la lotta per il titolo (già del Liverpool), tutti i giochi sono ancora apertissimi. Nonostante non abbiano ancora in tasca la qualificazione alle prossime coppe europee, molti club hanno deciso di fare a meno di alcuni giocatori chiave. Si tratta di centrocampisti che per diversi motivi sono stati messi in panchina, anzi in tribuna.

Arsenal, il caso Özil

Il caso forse più eclatante, per il grande nome coinvolto, è quello di Mesut Özil. Il tedesco ha il contratto in scadenza nel 2021, ma l’Arsenal non ha intenzione di rinnovarlo. A inizio stagione il trentunenne aveva rotto i rapporti con Unai Emery. Arrivato Mikel Arteta sembrava che potesse ritornare a fare la differenza. Prima del lockdown infatti ha giocato con costanza recuperando parte della forma. Però il mondo intero si è fermato e così Özil si è ritrovato chiuso in casa, dove ha potuto godere della sfrenata passione per i videogiochi che l’aveva allontanato da squadra e realtà. Ora è fuori rosa come confermano gli zero minuti giocati dalla ripresa. Non è l’unico giocatore dell’Arsenal ad essere rimasto ai margini.

Arsenal, Guendouzi fuori rosa

Anche Mattéo Guendouzi non mette più piede in campo. Esattamente dal 20 giugno, quando cioè ha preso per il collo Maupay al termine della sconfitta contro il Brighton. Il francese non si è limitato al gesto, ma ha pure fatto riferimento al suo contratto molto più alto rispetto a quello dell’attaccante avversario. Un comportamento inaccettabile per la società londinese che l’ha subito punito non facendolo più giocare.

Chelsea, Jorginho è un grande affare 

Per motivi molto meno chiari, anche il Chelsea ha un esubero di lusso. Jorginho dalla ripresa non ha giocato neanche un minuto. Lampard preferisce nella sua posizione il più difensivo Kanté e prima di lui entra il giovane Billy Gilmour. Il ventottenne è una grande opportunità di mercato perché è una delle colonne portanti della nazionale italiana, che non vorrà di certo perdersi gli Europei del prossimo anno. I Blues però non svendono i propri gioielli, nemmeno se in rottura con il club.

Premier League David Silva e Lallana senza club

Costano sicuramente meno Adam Lallana e David Silva, che a fine stagione diventeranno svincolati. Il trentaduenne inglese dovrebbe restare in Premier, forse al Leicester. Il trentaquattrenne spagnolo sembra destinato alla nuova squadra di Beckham, l’Inter Miami.

Manchester City, De Bruyne potrebbe lasciare

Però il colpo grosso sarebbe assicurarsi le prestazioni di KDB17. Kevin De Bruyne ha già detto che due anni senza Champions League sarebbero troppi. Si aspetta dunque con fibrillazione la decisione del TAS di Losanna che porrà una pietra tombale sulla partecipazione o meno del Manchester City alle prossime due stagioni di coppe europee. Per il belga si è già proposto il tecnico del Newcastle, Steve Bruce. Il suo club è destinato ad essere acquistato da un fondo saudita che ha intenzione di costruire una delle migliori squadre al mondo. Il ventinovenne sicuramente fa al caso loro.