Calciomercato Inter, nerazzurri all’assalto di due olandesi

192
Kevin Strootman

Più vicino il difensore della Lazio De Vrij, si continua invece a lavorare per Strootman

L’inter e Ausilio continuano a lavorare da tempo su una pista olandese. Da mesi infatti, i tifosi nerazzurri seguono con interesse la “telenovela” sul difensore centrale della Lazio Stefan De Vrij. Il ventiseienne, dopo una travagliata storia di rinnovo con il club laziale, ha deciso di non firmare, forse anche grazie alle pressioni esterne, in arrivo dai club a lui interessati, tra cui anche l’Inter di Luciano Spalletti. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, il difensore centrale della Lazio, sarebbe sempre più vicino a firmare un accordo con il club milanese. La striscia vincente dell’Inter, l’attuale posizione in classifica che garantirebbe la Champions League il prossimo anno, renderebbero il club di Suning molto più “appetitoso”. Ad insaporire la vicenda, per De Vrij, ci sarebbe anche l’offerta messa sul piatto da Ausilio, un quinquennale da 4,2 milioni di euro a stagione, più i tanti bonus. Se il giocatore dovesse accettare, per l’Inter sarebbe un autentico colpaccio; il cartellino del difensore è attualmente valutato intorno ai 35 milioni di euro.

Joao Mario o Brozovic per arrivare a Strootman

Ma De Vrij non sarebbe l’unico nome di giocatore olandese scritto sulla lista della spesa interista. Anche Kevin Strootman infatti, sarebbe seguito dal club milanese ed è forte la volontà di portarlo ad allenarsi ad Appiano Gentile. Il romanista ha una clausola di 32 milioni di euro, cifra che i nerazzurri potrebbero pensare di aggirare inserendo come contropartita uno tra Brozovic o Joao Mario; giocatori graditi da Monchi. Anche per la decisione di Strootman, sarà decisiva la qualificazione nerazzurra in Champions League.

Il centrocampista è seguito anche dalla Juventus, che al momento sembra però essere orientata verso altri giocatori. In questa stagione Kevin, in 34 presenze con la maglia giallorossa, è andato in rete solamente in un’occasione, ma il suo contributo nella mediana romanista è sempre fondamentale.