Capello: “Inter, mercato di ottimo livello e Conte fa la differenza. La Champions? Dura, ma il calendario aiuta”

48

Intervista a Fabio Capello

Lunga Intervista di “Sportweek” a Fabio Capello in prossimità della nuova stagione Europea. L’ex tecnico parla anche di Inter.

-Capello si schiera con il partito che difende la champions attuale o con quello che vorrebbe la SuperChampions?
” Mi piace questa Champions: La SuperChampions è una manifestazione d’èlite, mentre io resto favorevole alla logica di dare a tutti una possibilità: penso al Leicester di Ranieri di tre anni fa. La SuperChampions sarebbe la NBA del calcio: negli Stati Uniti potrebbe funzionare, in Europa no. Ricordo che l’Uefa ha ben 55 federazioni affiliate. La formula attuale mi pare perfetta. Concede la possibilità di recuperare alle squadre di una nazione come l’Italia, in cui l’attività parte in ritardo rispetto ad altri Campionati e che in passato, con l’eliminazione diretta al primo turno, rischiava di pagare il conto di una condizione di forma non ancora al top. La fase a gironi e’ la soluzione migliore, poi è giusto che dagli ottavi in poi ci sia le doppia sfida”.

-L’inter affronterà nella prima fase Barcellona,Borussia Dortmund, e Slavia Praga:gruppo di ferro.
“L’Inter e’ l’italiana che ha avuto il sorteggio peggiore, ma il calendario può aiutarla:la prima in casa contro lo Slavia Praga è un vantaggio. Le sfide con Barcellona e Borussia arriveranno nel momento in cui la squadra sarà più registrata e l’inserimento di Lukaku e Sanchez più avanzato. Il mercato e’ stato di ottimo livello, Marotta ha lavorato benissimo, ma a Conte va concesso del tempo per impostare il suo calcio. Il problema di fondo mi pare questo. Sul resto sono ottimista. Lukaku e’ un attaccante moderno: Segan, aiuta la squadra, difende. E poi c’è Conte, un allenatore che marca la differenza. Ho sempre sostenuto che la personalità di un tecnico incide la profondità. Conte appartiene a questa categoria”.