Basket, Cattani (NPC Rieti): “Faremo la Serie A2” – VIDEO

313
Cattani NPC Rieti
Credits: NPC Rieti

Basket Serie A2, conferenza stampa di Cattani NPC Rieti

Dopo quasi due mesi dalla conclusione ufficiale della Serie A2 di basket, chiusura, forzata, dovuta all’emergenza coronavirus, torna a parlare il Presidente della NPC Rieti Giuseppe Cattani. Lo ha fatto in una conferenza stampa, avvenuta via Skype e alla quale ha partecipato anche la redazione di sportpaper, dove si è parlato dell’avvio della stagione 2020-2021, della situazione del consorzio NPC, del PalaSojurner, del roster e del nuovo modello di contratto della Lega Nazionale Pallacanestro. Ecco le parole di Cattani.

Le parole di Cattani NPC Rieti

Serie A2: “Faremo la Serie A2 ha esordito Cattani Abbiamo fatto le necessarie verifiche con gli sponsor e abbiamo deciso. L’obiettivo è quello di consolidarci in questa categoria. Non è facile, non sarà facile, ma andiamo avanti, per ora a fari spenti ma con la certezza che noi ci saremo”

Obiettivi: “Non abbiamo mai raccontato cose che non potevamo fare o promesse che non potevamo mantenere. Oggi la cosa fondamentale è la permanenza nella Serie A2. Oggi riconfermarsi a questo livello è un grandissimo impegno. Ma se da qui a tre mesi, quando verosimilmente si ripartirà, arrivassero nuove risorse alzeremo l’asticella“.

Il Consorzio NPC “Da soli non andiamo da nessuna parte. Ma quando abbiamo fatto la riunione definitiva con i soci ci siamo resi conti che c’è voglia di continuare e crescere. E’ questa una delle chiavi che mi ha spinto ad andare avanti. Non potevamo fermare una macchina così ampia che ha già un bel percorso di otto anni. Quando si è sparsa la voce che volevamo rallentare per ripartire con forza più avanti ci hanno detto in tanti proseguire perché il progetto è giusto. E le iniziative che ci stanno intorno lo sono ancora di più”.

Credito di imposta “Lo stiamo aspettando, stiamo aspettando la ratifica. Questo strumento ci offre la possibilità di presentarci con maggiore appetibilità a chi vuole investire nel basket reatino”

Il PalaSojurner “Abbiamo fatto la richiesta ufficiale per avere disponibilità dell’impianto e siamo in attesa perché la Provincia di Rieti deve risolvere la questione con quello che è l’ex gestore. Non vedo problemi. Se uscirà un bando il consorzio risponderà. Non possiamo che aspettare. Ho un pizzico di preoccupazione solo sui tempi dei lavori. Il PalaSojurner sarà ampliato per il calcio a 5. Mi dicono che i lavori inizieranno a brevissimo ma capisco anche che molti sono in attesa dell’ecobonus e del bonus sisma e per questo molti guardano al 1 luglio. I lavori saranno fatti prima all’interno e poi all’esterno. Entro 4 mesi si dovrebbe sistemare tutto”.

Il roster “Andiamo avanti con Alessandro Rossi. Il capitano Giovanni Vildera si è accordato con Treviso. Al momento abbiamo sotto contratto Fumagalli e Dario Zucca. Non abbiamo la possibilità di trattenere chi riceve offerte economiche importanti. Diciamo che siamo sulla sponda del fiume in attesa che si palesino opportunità. Ma come tutti del resto, al momento hanno fatto mercato solo società di elite come Napoli, Scafati e Tortona”.

Sponsor: Abbiamo rescisso l’accordo con la Zeus Energy Group e ci muoviamo su altre situazioni. La Zeus Gas e Luce semplice, azienda ora completamente reatina, resta comunque con una sponsorizzazione secondaria. Cerchiamo il Title sponsor nel frattempo tutte le altre tipologie di sponsor ci hanno confermato la loro adesione per il progetto della Serie A2. Ma se arriva un title sponsor alzeremo l’asticella. Nel frattempo ho dato priorità alla costruzione del budget. Quest’anno non possiamo sbagliare. Dobbiamo rispettare la tabella di marcia perché rischieremmo il futuro”.

Le domande di Sport Paper

Il nuovo modello di contratto Nel nostro sport ci sono 4 parti in causa. Società, giocatori, allenatori e procuratori. Sono tutti ruoli che vanno rispettati ma ricordo che delle parti in gioco solo una paga. Nelle normali attività economiche le condizioni le detta chi paga. Qui ogni tanto qualcuno dimentica il suo ruolo. Ho letto la prima versione della bozza di accordo, che forse era troppo sbilanciata nei confronti delle proprietà. La nuova versione mi sembra equilibrata e non capisco perché non sia stata firmata dalla GIBA”.

Tra il Lazio e l’Umbria “Con la situazione che si è venuta a creare a Roma rischiamo di diventare un’eccellenza non solo provinciale ma regionale. E questo potrebbe attirare sponsor e aprire nuove opportunità. Io che sono nato in Valnerina ho l’idea, la “fissazione”, di aprire i contatti anche verso l’Umbria, come fatto in passato con L’Aquila. I miei collaboratori hanno incontrato le società ternane di basket, almeno per un inizio di collaborazione ma poi il covid ha rallentato tutto. Abbiamo parlato anche con Perugia tramite il Papà di Moretti ma al momento è tutto fermo. Ma l’idea di aprirsi con l’Umbria ce l’abbiamo. A Terni c’è un bel movimento giovanile, sono molti forti con le ragazze e con l’idea che ho in testa di fare la Serie B femminile potremmo attingere proprio a Terni

NPC Cares e la ripartenza

NPC Cares “Vorrei ringraziare chi ha aderito alla raccolta fondi durante l’emergenza coronavirus. Insieme alla Panathlon abbiamo un bel lavoro in favore dell’ospedale di Rieti. Vorrei ringraziare una persona speciale del nord, di cui non posso fare il nome, che ha fatto una donazione importante. Continueremo con queste nostre iniziative nel sociale. 

Il Pullman “E’ pronto dobbiamo solo inaugurarlo ma farlo adesso non avrebbe senso. La prossima stagione la inizieremo proprio con la festa per l’inaugurazione del pullman. Io ho il cappello da guidatore pronto come Barnaba il personaggio del film di Celentano “Innamorato Pazzo”.

La ripresa “La mia più grande preoccupazione adesso è la gestione del ritorno delle attività. Il legale rappresentante, benché ci siano tutte le liberatorie, non è mai esonerato dal rischio penale su un eventuale contagio. E per fare tutto tra PalaSojurner e il centro di allenamento dobbiamo fare per le cose per bene. Gestire i protocolli e ripartire in sicurezza”

Il futuro e la seconda realtà reatina

Consorzio “Ci piacerebbe allargare il consorzio. Lo scorso anno Gianluca Martini ha girato tutta Italia per vedere come funzionano gli altri, ha studiato Treviso e Trieste. Le nostre porte sono aperte i progetti sono tanti da quelli sportivi al nuovo centro di Contigliano. Con il progetto televisivo che stiamo mettendo in atto, poi, vedrete che stiamo facendo una cosa importante”

La seconda squadra di Rieti “Io vado avanti per la strada mia strada, ognuno è libero di fare quello che ritiene opportuno ma io non posso che guardare al mio progetto. Mi basta solo essere trattato come è accaduto in passato con la prima squadra della Città. Intuendo il movimento che si è generato posso dire che sono amareggiato a livello personale, ma non ne parlerò più la gente ha occhi per seguire e testa per giudicare”.

IL VIDEO COMPLETO DELLA CONFERENZA STAMPA