Champions League: dove arriveranno Inter e Milan?

Le milanesi in Europa

38
Inter Milan

La stagione è ufficialmente cominciata. Dopo un’estate spumeggiante per il calcio italiano, che ha visto la Nazionale azzurra trionfare agli Europei dopo 53 anni dall’ultima volta, le principali squadre di club dello Stivale si stanno preparando per un’altra annata di grande spettacolo, soprattutto in Champions League. Il palcoscenico internazionale rimane sempre il più ambito di tutti, ma se la Nazionale ha conosciuto un successo importante di recente, i club nostrano faticano a togliersi soddisfazioni considerevoli da almeno un decennio. L’ultima volta che una squadra della Serie A ha vinto un trofeo europeo risale al 2010, con la Champions conquistata dall’Inter, attuale campione d’Italia in carica.

Gli stessi nerazzurri hanno sfiorato il successo in Europa League nel 2020, mentre la Juventus ha disputato due finali di Champions nel 2015 e nel 2017: per l’Italia sono arrivate però 3 sconfitte sonanti, destinate a rimanere negli annali del nostro calcio. Oggi, a distanza di diversi anni, Juventus, Inter e Milan sono tornate contemporaneamente in Champions League. Le tre strisciate stanno partecipando infatti alla fase a gironi insieme all’Atalanta, alla sua terza qualificazione consecutiva. Insomma, stavolta le possibilità che una squadra proveniente dallo Stivale riesca ad arrivare fino in fondo sembrano maggiori. Nel nostro Paese non ci sono compagini dal blasone superiore a quello della “Vecchia Signora”, del “Diavolo” o del “Biscione”.

In particolare, i tifosi meneghini si sfregano le mani al pensiero che San Siro ospiterà numerose partite di cartello nei prossimi mesi, tra l’altro in presenza del pubblico che ha appena fatto ritorno allo stadio. Un eventuale derby europeo sarebbe possibile da regolamento solo dai quarti di finale in poi. L’ultima volta che Inter e Milan si sono affrontate in una coppa internazionale è datata 2003: si trattava della semifinale di Champions e i rossoneri riuscirono a passare con due pareggi, segnando un gol nella gara considerata in casa dei nerazzurri. Una manciata di giorni più tardi, in finale, fu la Juventus a cadere lasciando la coppa a Maldini & co.

Dopo i fasti del “Triplete” del 2010 l’Inter non ha più ottenuto risultati considerevoli nella massima competizione europea e per diversi anni ha anche fallito la qualificazione, tornando a dire la sua solo nel 2018, battendo tra l’altro il Tottenham nella prima giornata dei gironi. Tuttavia, non riuscì a superare il turno. Anche nel 2019, quando nel raggruppamento dei nerazzurri è capitato il Barcellona, l’eliminazione è giunta anzitempo. Nel 2020, poi, il risultato è stato ancora più negativo, con un ultimo posto frutto di una sola vittoria, 3 pareggi e 2 sconfitte. Paradossalmente, gli uomini di Conte si sono ritrovati più liberi di dedicarsi al campionato, vinto con merito.

L’ultima apparizione del Milan in Champions League prima dell’annata attuale, invece, risale addirittura al 2014. Nella stagione precedente i rossoneri erano riusciti a qualificarsi ai gironi per il rotto della cuffia, grazie a una vittoria in casa del Siena all’ultima giornata, tra mille polemiche arbitrali. Ancora oggi il Milan, come ricordano le informazione raccolte nella nuova infografica sulla Champions League 2021/22, è il club italiano più titolato in Europa (il Real Madrid è primo con 13 successi in Coppa Campioni) e finalmente potrà tornare a respirare l’aria dei fasti di un tempo. Rispetto a quella dell’Inter, comunque, la rosa sembra meno lunga e dunque meno attrezzata per sostenere l’impegno a lungo termine. Per entrambe, arrivare ai quarti di finale sarebbe già un bel risultato.