Ciclismo, le Fiandre incoronano Nikki Terpstra.

74

CICLISMO, FIANDRE, TERPSTRA- Con un’azione solitaria negli ultimi 25 chilometri di corsa, l’olandese Nikki Terpstra vince una delle classiche più belle del ciclismo, il Giro delle Fiandre. La corsa di 265 chilometri viene caratterizzata per gran parte del percorso da una fuga di undici corridori che mantengono la testa della gara fino a una settantina di chilometri dalla fine, quando restano in fuga in tre e dietro i big iniziano a scalciare. Tante le cadute che hanno caratterizzato questa classica monumento e tante le spaccature nel gruppo. Poco prima dell’allungo dell’olandese, ci aveva provato il nostro Vincenzo Nibali. Terpstra, dopo aver capito che l’allungo del siciliano poteva portare i suoi frutti, ha agganciato la ruota del siciliano e dopo diversi chilometri insieme ha accelerato, andando a recuperare i tre in testa nell’ultimo passaggio sul Kwaremont.

Dietro i big hanno continuato a studiarsi e dopo qualche tentativo, prima di Van Marcke e poi di Sagan, ben gestito dal compagno di squadra di Terpstra, Philippe Gilbert; non hanno potuto fare altro che issare la bandiera bianca e chinarsi all’olandese classe 1984, alla sua seconda vittoria di una classica monumento, dopo la Parigi-Roubaix del 2014. Chiudono il podio il danese Mads Pedersen e l’altro Quick-step Floors Philippe Gilbert.

Tra gli italiani, da segnalare il ventunesimo posto di Moscon, il ventitreesimo di Colbrelli, il ventiquattresimo di Nibali; e il ventiseiesimo di Oss.

CICLISMO, FIANDRE, TERPSTRA: UN OLANDESE DA CORSE DEL NORD

Diventato professionista nel 2003, le corse preferite di Terpstra sono sempre state quelle del Nord; ma fino al 2010 i suoi risultati sono stato mediocri. Il suo passaggio al team olandese della Quick-Step, lo ha fatto maturare la punto giusto da raggiungere le 22 vittorie da professionista, tra cui due classiche monumentali come la Parigi-Roubaix e il Giro delle Fiandre.