Coppa Italia. Lazio-Roma, Inzaghi in emergenza, Spalletti si affida al Ninja

182

Torna il Derby in notturna, Lazio difesa a tre, Felipe Anderson in attacco in coppia con Immobile

 

Questa sera allo stadio Olimpico va in scema il primo atto della sfida tra Lazio e Roma, valida per la semifinale di andata di Coppa Italia. La novità riguarda l’orario: per la prima volta dopo molto tempo, il big match si giocherà in notturna. Le squadre della capitale tornano a sfidarsi dopo ben 4 anni. L’ultimo derby di coppa risale al memore 26 maggio 2013, quando a trionfare furono i biancocelesti grazie ad una rete di Lulic al 71’ della ripresa. Si sa, il derby ha un sapore speciale e a sottolinearlo è stato proprio Luciano Spalletti, che ha dichiarato: “una partita dal valore triplo- perché è un derby, perché può portare a una finale da giocare all’Olimpico e perché sappiamo che i nostri tifosi ci tengono”. La Roma, caricata dalla grande vittoria sull’Inter, si trova nel momento migliore della sua stagione e cercherà in tutti i modi di prendersi la rivincita.

Dall’altra parte c’è la Lazio di Inzaghi. Il tecnico biancoceleste è fiducioso: “Dovremo fare una partita importante. La Roma è favorita, ma io ho grandissima fiducia in me stesso, nel mio staff e nei miei giocatori. Abbiamo fatto 6-7 mesi eccezionali, ma ora dovremo disputare questa semifinale che ci siamo guadagnati sul campo.

Sulle formazioni, la Roma dovrebbe scendere in campo con il solito 3-4-2-1. Giocheranno Paredes e Perotti al posto di De Rossi e Salah. A centrocampo, nonostante un affaticamento muscolare, ci sarà l’inamovibile Nainggolan, grande protagonista di questa Roma.

La Lazio risponde con un 3-5-2. Difesa a tre con Bastos- De Vrij-Wallace. In attacco, Milinkovic-Savic e Felipe Anderson dietro l’unica punta Immobile, mentre Keita partirà dalla panchina.

PROBABILI FORMAZIONI

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, de Vrij, Bastos; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic, Lukaku; Immobile, Felipe Anderson. All. Inzaghi. 

ROMA (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, Fazio, Rudiger; Bruno Peres, Paredes, Strootman, Emerson Palmieri; Perotti, Nainggolan; Dzeko. All. Spalletti.