Esclusiva – Carlo Pellegatti: “Immagino un San Siro esaurito per Ibrahimovic”

253

“L’arrivo di Ibrahimovich al Milan porterebbe entusiasmo”

Ai microfoni di sportpaper.it la voce storica dei rossoneri Carlo Pellegatti:

La vittoria contro il Sassuolo può essere un punto di svolta per il campionato del Milan?

Può essere ma non ci sono ancora certezze, bisogna vedere le prossime partite il Milna se confermerà questa sua attenzione, questa sua crescita. Tutto sommato il Milan non aveva giocato in modo diverso rispetto al match contro il Sassuolo, solo che aveva avuto delle pause che Domenica non ha avuto.

Stamane è uscita la notizia dell’interessamento del Milan per Ibrahimovic, cosa ne pensa?

Entusiasmo, entusiasmo entusiasmo, speriamo che questa ipotesi si concretizzi. Direi ai tifosi del Milan che le risposte  sono state infinite, entusiastiche, l’ipotesi ha galvanizzato l’ambiente. Siamo tutti innamorati di Ibrahimovic, per me è uno dei più grandi giocatori visti a San Siro. Gattuso saprà risolvere il problema tattico della eventuale convivenza in campo, Ibrahimovic sa di non essere titolare viene a Milano per esser protagonista. Immagino già San Siro tutto esaurito per il ritorno in rossonero di Ibra.

Cosa manca a questo Milan?

Bisogna inserire giocatori con maggiori qualità manca un pò di continuità nella partita l’organizzazione di fioco di Gattuso è già una buona base di partenza. La differenza la fa la qualità mi auguro che venga colmata dall’organizzazione.

Domani sera c’è lì’impegno in Europa League, quali sogno le insidie che potrebbe riservare l’Olympiakos?

Sono partite internazionali, l’Olympiakos viene definito con la Juventus del campionato greco, hanno tradizione, carisma le squadre greche lottano fini in fondo. Sarà un partita impegnativa, difficile, vedremo quale sarà la formazione e quali saranno i messaggi che darà Gattuso alla squadra.

Domenica si è sbloccato anche Castillejo, cosa ne pensa di questo giocatore?

Certamente è un giocatore su cui bisogna avere pazienza, il gol lo motiva, ha buone qualità di corsa di tecnica di dribbling, insomma un giocatore da San Siro. Poi a quale livello potrà arrivare non lo sappiamo, adesso è partita l’avventura di Castillejo, speriamo che parta anche quella di Bakayoko.