ESCLUSIVA – Enrico Bertoni (Modena Volley): “Tifosi, sponsor e digitale mix vincente”

84

Grinta, determinazione ed entusiasmo. Da sempre Modena Volley, blasonato club di serie A, punta forte sui giovani, ritenuti un autentico valore aggiunto per la pianificazione strategica del club. E lo fa partendo da una forte e consolidata ossatura della compagine societaria che annovera un giovane di soli 32 anni cresciuto a Formigine, piccola cittadina tra Sassuolo e Modena. Il suo nome è Enrico Bertoni (nella foto), Digital Manager di Modena Volley. Con lui abbiamo fatto il punto sul digital marketing a livello sportivo, facendoci svelare trucchi e segreti del suo successo all’interno dello staff dirigenziale di Modena. Una società che quest’anno vuole fare grandi cose.

FACE TO FACE CON ENRICO BERTONI

Ciao Enrico, partiamo dal tuo percorso con riferimento alle strategie digitali griffate Modena Volley… Quale sono state le esperienze professionali che hai maturato prima di rivestire questo importante ruolo di Responsabile Social&Web dello storico club di volley?

“Buongiorno SportPaper. Ho 32 anni e sono nato a Formigine, una piccola città tra Sassuolo e Modena. Mi sono laureato in Management Internazionale nel 2014, dopo aver studiato marketing, inglese e spagnolo. Lavoro nella comunicazione da dieci anni – nel mezzo ho fatto un’esperienza all’estero, lavorando a Dublino – prima da interno poi da consulente senior in settori diversissimi, dal ceramico al chimico, dal packaging all’editoria, dalla cultura alla musica. E naturalmente tantissimo sport, principalmente con Modena Volley”

Com’è strutturata la tua giornata di lavoro in ambito digitale? Quali sono gli obiettivi che devi raggiungere?

“La mia giornata tipo parte con un check della mia to-do list: cerco di fissarmi obiettivi strategici da raggiungere ogni giorno, anche piccoli pezzi di progetti più ampi, e di alzare lo sguardo ogni volta che posso. Lavorando con molti clienti e molte realtà diverse, la sfida più grande è non farsi travolgere dalla routine e dalle urgenze! Questo approccio mi serve molto anche con Modena Volley, che per definizione attraversa periodi molto “caldi”, con tante partite e urgenze una dopo l’altra. Per Modena Volley gestisco – in coordinamento con il team di comunicazione – il piano editoriale social, e supervisiono la gestione del sito, della app e della newsletter. All’occorrenza realizzo contenuti (brevi video/foto), realizzo i copy, studio gli hashtag e le strategie più opportune per coinvolgere i fan” 

A tuo modo di vedere in che modo si può riuscire a sviluppare al meglio il business digitale sportivo nel nostro paese? Quale iniziative consiglieresti per implementare l’ecosistema digital ottimale?

“La parola d’ordine è costanza: che sia sport o qualsiasi altro settore, per sviluppare il tuo business in ambito digitale devi programmare sul lungo periodo, senza spaventarti se non vedi subito risultati. è importante anche programmare un investimento in budget advertising se vuoi raggiungere risultati di conversione (vendere biglietti o prodotti). Infine, professionalità: non improvvisare, rivolgersi a professionisti è fondamentale in un mondo che viaggia a velocità fortissima. Social e altri touchpoint digitali sono il tuo biglietto da visita, gestirli artigianalmente rischia di esporre il brand a figuracce che su internet non si cancellano facilmente” 

Come si può coinvolgere nel migliore dei modi il pubblico online e offline… Illustraci i punti salienti per impostare una strategia comunicativa di un team  che possa apportare una certa produttività a livello economico-finanziario, di brand image e brand reputation…

“Il digitale è sempre più importante, dopo la pandemia tutti i club anche minori si sono accorti di quanto sia imprescindibile una presenza forte online per coinvolgere i tifosi e gli sponsor. Come impostare una strategia di successo? Ogni realtà ha le sue peculiarità e non esiste una formula magica buona per tutti e per tutte le stagioni, ma se dovessi dirti le mie 5 parole d’ordine sono costanza, studio, creatività, coraggio, metodo. I frutti di un buon lavoro sui social coinvolgono tutti gli ambiti societari. La reputazione sale, la credibilità e l’interesse anche, e questo si riflette sul valore percepito dagli sponsor. Senza dimenticare redditività diretta derivante per esempio dalle vendite di merchandise online o di biglietti per le partite! Inoltre, lavorare bene sui social è un ottimo modo per ringiovanire la fanbase, che per la pallavolo è un problema annoso”.

E allora Enrico in bocca al lupo per la stagione col Modena… Vi auguriamo i migliori successi…

“Non vorrei parlare di questo per scaramanzia (ride, ndr). Crepi il lupo e grazie a voi!”

volley superlega calendario