Coronavirus Calcio Ceferin
Ph.Fornelli

Europei 2020, appuntamento al 2021

Non poteva essere altrimenti, data l’emergenza legata alla diffusione globale del Coronavirus: l’unica logica soluzione per bloccare la pandemia rimane quella di limitare al massimo gli spostamenti. In quest’ottica tutto il mondo dello sport è andato incontro a uno stop a tempo indeterminato. A farne le spese sono state anche importanti manifestazioni previste nei mesi a venire: gli Europei di calcio, ad esempio, hanno subito il rinvio di un anno esatto.

“Uefa Euro 2020 – recita il comunicato ufficiale – avrebbe dovuto svolgersi in dodici città d’Europa dal 12 giugno al 12 luglio 2020. Le nuove date proposte sono 11 giugno – 11 luglio 2021”. La volontà della federazione europea, dunque, è quella di non modificare la struttura itinerante del torneo, ideata originariamente per festeggiare i sessant’anni dalla prima edizione: Amsterdam, Baku, Bilbao, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Dublino, Glasgow, Londra, Monaco di Baviera, Roma e San Pietroburgo rimarranno quindi le sedi delle gare anche tra dodici mesi.

Un problema in più, però, è rappresentato dal fatto che il torneo continentale per nazioni non ha ancora il quadro completo delle sue partecipanti. Le squadre che hanno ottenuto il pass, al momento, sono infatti 20 su 24: i rimanenti posti verranno assegnati alle selezioni vincitrici dei playoff di Nations League. “Le partite degli spareggi di UEFA Euro 2020 – specifica ancora il comunicato Uefa – verranno giocate nella finestra di inizio giugno riservata alle nazionali, fatto naturalmente salvo un eventuale riesame della situazione”.

Sono sedici le squadre coinvolte nei barrage per acciuffare gli ultimi posti utili verso l’Europeo. Islanda-Romania e Bulgaria-Ungheria saranno le semifinali della Lega A; Bosnia-Irlanda del Nord e Slovacchia-Irlanda i match della Lega B; Scozia-Israele e Norvegia-Serbia quelli della Lega C. Dalle gare Georgia-Bielorussia e Macedonia-Kosovo, infine, si avrà la partecipante all’Europeo della Lega D. Sono tutte partite interessanti e molto equilibrate, anche secondo il parere dei bookmaker, che propongono bonus interessanti per effettuare l’iscrizione. Per avere una panoramica completa dell’offerta è possibile consultare L’ANALISI COMPLETA DEI BONUS SU WINCOMPARATOR. L’idea sarebbe quella di disputare semifinali e finale di ogni Lega tra il 4 e il 9 giugno prossimi. Una soluzione che però, come specificano da Nyon, è legata anche e soprattutto a quelli che sono gli sviluppi dell’emergenza Covid-19.

Ulteriori rinvii a data da destinarsi sono dunque possibili. Al momento, infatti, non si ha certezza neanche in merito alla chiusura o ripresa dei tornei nazionali. La volontà pare essere quella di riprendere le competizioni interne e internazionali (Europa League e Champions League) dalla prima metà di maggio, permettendo così una chiusura della stagione entro fine giugno (con le finali di Coppa previste l’ultima settimana del mese). Si naviga dunque a vista, come ha avuto modo di ribadire il presidente dell’UEFA AleksanderCeferin in una nota ufficiale: “È in momenti come questo che la comunità del calcio deve mostrare responsabilità, unità, solidarietà e altruismo. La salute dei giocatori, degli staff e dei tifosi è la nostra priorità numero uno e in questo spirito abbiamo presentato una gamma di opzioni in modo che le competizioni possano finire in questa stagione in sicurezza”.