F1 Gp Abu Dhabi: Lewis Hamilton conquista la pole position

81

Lewis Hamilton si dimostra ancora una volta il miglior pilota del lotto sul giro secco. Il pilota della Mercedes ha conquistato la pole position del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento stagionale del Mondiale di F1 2018. L’ inglese ha segnato il nuovo record della pista di Yas Marina, fermando i cronometri sul tempo mostruoso di 1:34.794. Al suo fianco in prima fila partirà l’ altra Mercedes di Valtteri Bottas. I due piloti del team anglo-tedesco sono stati gli unici a scendere sotto il muro dell’ 1:35. Le Ferrari sono in seconda fila, con Vettel 3° e Raikkonen 4° Terza fila per le due Red Bull di Daniel Ricciardo e Max Verstappen. A chiudere la top 10 della griglia, troviamo in quarta fila la Haas di Romain Grosjean e la Sauber di Charles Leclerc. In quinta la Force India di Esteban Ocon e la Renault di Nico Hulkenberg

Di seguito la griglia di partenza completa del Gp di Abu Dhabi:

Fila 1: 1. L. Hamilton (Mercedes) 1:34.794/2. V. Bottas (Mercedes) +0”162

Fila 2: 3. S. Vettel (Ferrari) +0”331/4. K. Raikkonen (Ferrari) +0”571

Fila 3: 5. D. Ricciardo (Red Bull-Renault) +0”607/6. M. Verstappen (Red Bull-Renault) +0”795

Fila 4: 7. R. Grosjean (Haas-Ferrari) +1”398/8. C. Leclerc (Sauber-Ferrari) +1”443

Fila 5: 9. E. Con (Force India-Mercedes) +1”746/10. N. Hulkeneberg (Renault) +1”748

Fila 6: 11. C. Sainz (Renault)/12. M. Ericsson (Sauber-Ferrari)

Fila 7: K. Magnussen (Haas-Ferrari)/14. S. Perez (Force India-Mercedes)

Fila 8: 15. F. Alonso (McLaren-Renault)/16. B. Hartley (Toro Rosso-Honda)

Fila 9: 17. P. Gasly (Toro Rosso-Honda)/18. S. Vandoorne (McLaren-Renault)

Fila 10: 19. S. Sirotkin (Williams-Mercedes)/20. L. Stroll (Williams-Mercedes)

Bandiera a scacchi. Lewis Hamilton conquista la pole position del Gran Premio di Abu Dhabi girando nel tempo record di 1:34.794. Al suo fianco Bottas. Secondo faila per le Ferrari di Vettel e Raikkonen. Terza per le Red Bull di Ricciardo e Verstappen. Seguono Grosjean, Leclerc, Ocon e Hulkenberg.

-02:06: Tutti i piloti sono in pista e si stanno per lanciare nel proprio giro veloce. Tra poco conosceremo l’ autore della pole position.

-03:27: Hamilton è il primo tra i big a rientare in pista.

-04:50: I piloti sono ai box per montare gomme nuove. Tra poco i 10 protagonisti della Q3 si rilanceranno in pista per l’ ultimo tentativo.

-06:44: Vettel si inserisce al 2° posto, a soli 57 millesimi da Hamilton. Seguono Botats e Ricciardo. Raikkonen è 5° davanti a Verstappen. Chiudono la top 10 Grosjean, Hulkenberg, Leclerc e Ocon. I primi 6 sono racchiusi in meno di tre decimi.

-07:50: Hamilton arriva sul traguardo e segna il nuovo record della pista: 1:35.295. Bottas 2° a 1 decimo, seguono Ricciardo e Verstappen.

-08:13: Grosjean è il primo a segnare un tempo: 1:36.192.

-09:27:  Lewis Hamilton è il primo dei top driver a lanciarsi nel suo giro cronometrato.

Iniziata la Q3.

Q3

Bandiera a scacchi. Hamilton chiude la Q2 al comando davanti a Verstappen, Vettel, Bottas, Leclerc, Hulkenberg, Grosjean, Raikkonen, Ocon e Ricciardo. Questi i piloti qualificati alla Q3. Eliminati Sainz, Ericsson, Magnussen, Perez e Alonso.

-02:07:  Tutti i piloti, compresi Hamilton e Bottas, sono in pista e si stanno per lanciare nell’ ultimo giro cronometrato.

-04:18: Tra Raikkonen e Magnussen, rispettivamente 3° e 11°, ci sono solo 6 decimi. Tranne i due Mercedes nessuno può dirsi completamente tranquillo in ottica passaggio alla Q3. Hamilton è al comando seguito da Bottas, Raikkonen, Vettel, Ricciardo, Sainz, Leclerc, Grosjean, Hulkenberg e Verstappen. Questi i piloti al momento qualificati per la Q3.

-05:35: Poca attività in pista al momento. I piloti sono ai box in attesa di uscire per l’ ultimo tentativo per centrare la Q3.

-07:00:  Verstappen è solo 10°, a 1”5 da Hamilton. Al momento sono eliminati Magnussen, Ericsson, Ocon, Perez e Alonso.

-09:18: Vettel si inserisce in 4. posizione, appena dietro al compagno Raikkonen. Il tedesco compie una scordolata all’ uscita di curva 20 che potrebbe creare qualche problema al fondo.

-10:03: Raikkonen è terzo a 1 secondo da Hamilton Riicciardo in 4. posizione a 1”2 dall’ inglese.

-10:28: Hamilton segna un tempo incredibile: 1:35.693. Bottas è secondo a 7 decimi.

-12:10: Le Mercedes di Hamilton e Bottas sono le prime vetture a lanciarsi per il giro cronometrato.

Iniziata la Q2.

Q2

Subito dopo il termine della Q1, la Toro Rosso di Pierre Gasly si ferma a bordo pista. Il francese lamenta via radio una perdita di potenza alla power unit Honda che spinge la sua monoposto.

Bandiera a scacchi. Vettel chiude al comando la Q1 davanti a Bottas, Hamilton Ocon, Raikkonen, Ricciardo, leclerc, Verstappen, Perez e Hulkenberg. Eliminati Hartley, Gasly, Vandoorne, Sirotkin e Stroll.

-02:40: Le due Mercedes di Bottas e Hamilton migliorano e si portano vicinissime alla Ferrari di Vettel. Il finlandese è 2° a 14 millesimi, il Campione del Mondo 3° a 53.

-03:45: La top 10 vede i due ferraristi Vettel e Raikkonen al comando. Seguono Hamilton, Ricciardo, Verstappen, Bottas, Hulkenberg, Grosjean, Sainz e Leclerc.

-05:50: Al momento sono in zona eliminazione Magnussen, Ericsson, Vandoorne e i due piloti Williams Sirotkin e Stroll.

-06:40:  Vettel migliora il suo tempo e porta il limite a 1:36.775.

-7:10: Le Red Bull di Ricciardo e Verstappen si inseriscono in 4. e 5. posizione, a 1 e 2 decimi di ritardo da Vettel.

-09:38: Hamilton è terzo, alle spalle delle due Ferrari. 76 millesimi il ritardo dell’ inglese da Vettel. Segue Bottas a tre decimi dal tedesco.

-10:39:  Vettel si porta in testa, scendendo sotto il muro dell’ 1:37. Il tempo del tedesco è di 1:36.946.

-12:29: Raikkonen va al comando girando in 1:37.010.

-13:52: Gasly si porta al comando, fissando il limte in 1:38.707, seguito a soli 6 millesimi dall’ altra Toro Rosso di Hartley.

-14:02: Primo tempo registrato è quello di Charles Leclerc in 1:38.968.

Iniziata la Q1.

Q1

Siamo a soli 10 minuti dall’ inizio delle qualifiche.

Mancano 30 minuti all’ inizio della sessione di qualifica. Condizioni meteo perfette mentre il sole comincia a calare sulla pista di Yas Marina.

Il motivo dello stop in pista di Daniel Ricciardo al termine della terza sessione di prove libere è stato un calo della pressione del liquido. Un inconveniente che non dovrebbe comunque costringere l’ australiano a subire penalità in griglia.

Amici di Sport Paper, buongiorno e benvenuti alla diretta scritta testuale delle qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi. La gara rappresenta l’ appuntamento conclusivo del Mondiale di F1 2018. Si sono da poco concluse le prove libere 3, ultima sessione di libere prima delle qualifiche che avranno inizio alle 14 ora italiana. Lewis Hamilton ha realizzato il miglior tempo, fermando i cronometri sull’ 1:37.176. Alle spalle del pilota Mercedes ci sono le due Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, staccate rispettivamente di 2 e 4 decimi. Seguono la Red Bull di Max Verstappen, l’ altra Mercedes di Valtteri Bottas e Daniel Ricciardo. L’ australiano è rimasto fermo in pista negli ultimi minuti della sessione a causa di un problema tecnico alla sua Red Bull. La top 10 è chiusa dalla Haas di Romain Grosjean, dalle Renault di Nico Hulkenberg e Carlos Sainz e dalla Force India di Esteban Ocon.

Il Mondiale di F1 2018 vive il suo epilogo con il Gran Premio di Abu Dhabi. Sulla pista di Yas Marina avrà termine un’ appassionante stagione, che ha visto primeggiare ancora una volta Lewis Hamilton e la Mercedes. Il pilota inglese e il team tedesco hanno conquistato entrambi il quinto titolo iridato, primeggiando rispettivamente nella classifica Piloti e Costruttori. Malgrado i due allori siano già assegnati, la gara riserva comunque diversi motivi di interesse. Sebastian Vettel e la Ferrari sono alla ricerca di un successo che possa riscattare una seconda parte di stagione piuttosto opache. Valtteri Bottas cercherà di chiudere l’ annata con una vittoria, per riscattare un 2018 che lo ha visto relegato al ruolo di scudiero di Hamilton all’ interno del team Campione del Mondo. Kimi Raikkonen e Daniel Ricciardo vorranno chiudere nel migliore dei modi le loro esperienze in Ferrari e Red Bull, prima di accasarsi in Sauber e in Renault a partire dal 2019. Max Verstappen cercherà di riprendersi quella vittoria sfuggita in Brasile a causa del contatto con il doppiato Esteban Ocon. Quella di domani sarà inoltre l’ ultima gara in carriera per Fernando Alonso, che lascia la Formula 1 dopo 17 anni e 311 Gp disputati.

IL CIRCUITO DI YAS MARINA

Il circuito di Yas Marina ospita il Mondiale di F1 dal 2009. Il tracciato misura 5,554 km e si percorre in senso antiorario. Presenta 21 curve, 13 a sinistra e 8 a destra. Il primo settore della pista presenta alcune pieghe minime, che si percorrono in pieno. In sostanza, l’ unica staccata impegnativa è quella della prima curva. Nel secondo settore troviamo due lunghi rettilinei dove è possibile utilizzare il DRS, raccordati da una esse lenta. L’ ultimo settore è invece molto tortuoso, con un susseguirsi di curve lente che lo rendono simile a un tracciato cittadino. Una pista dove l’ aerodinamica e la trazione ricoprono un ruolo fondamentale. Malgrado la presenza di due rettifili molto lunghi (quello principale misura più di 1 km) la potenza della power unit da sola non basta per essere competitivi. Ciò che si guadagna nella parte centrale del circuito lo si può perdere in quella conclusiva, tra l’ altro molto abrasiva per le gomme. Scaricare troppo l’ assetto della monoposto per poter essere veloci in accelerazione può essere molto penalizzante nelle ultime curve del tracciato, dove il bilanciamento della vettura fa la differenza.

I RISULTATI DELLE PROVE LIBERE DI IERI

Scorrendo i risultati delle prove libere disputate ieri è possibile notare un grande equilibrio tra i piloti dei tre top team. Mercedes, Red Bull e Ferrari sono molto vicine in termini di prestazioni. Il miglior tempo di giornata è andato a Valtteri Bottas. Il pilota Mercedes ha fermato i cronometri sul tempo di 1:37.236, precedendo di un soffio la Red Bull di Max Verstappen. L’ olandese ha accusato un ritardo di soli 44 millesimi dal leader. Terzo e quarto tempo per i compagni di squadra dei primi due classificati del venerdì. Daniel Ricciardo si è piazzato in terza posizione precedendo Lewis Hamilton. Le Ferrari sono in 5.e 6. posizione, con Kimi Raikkonen davanti a Sebastian Vettel. I primi 6 sono racchiusi in soli 333 millesimi di secondo, un dato che fa presagire una grande battaglia per la conquista della pole position. Per quanto riguarda gli altri, da registrare ancora la presenza in top 10 di una Haas in grande spolvero. Romain Grosjean e Kevin Magnussen hanno strappato il 7° e il 9° tempo. Tra i due piloti del team statunitense, si è inserita la Renault di Nico Hulkenberg. Decima posizione per la Force India di Esteban Ocon, alla sua ultima gara con il team di proprietà di Lawrence Stroll, prima di andare a ricoprire il ruolo di terzo pilota Mercedes nel 2019.