F1 Gp Messico: Daniel Ricciardo conquista la pole position

73

Daniel Ricciardo ha conquistato la pole position del Gran Premio del Messico. Il pilota della Red Bull ha firmato il nuovo record del circuito di Mexico City girando in 1:14.759. Al suo fianco partirà il compagno di squadra Max Verstappen, staccato di soli 26 millesimi. Seconda fila per Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, staccati di 1 e 2 decimi dalla Red Bull numero 3. Terza fila per Bottas e Raikkonen, che hanno pagato un gap di 4 decimi e mezzo secondo dalla vetta. Alle spalle dei top team le due Renault di Hulkenberg e Sainz e le Sauber di Leclerc ed Ericsson.

Di seguito vi proponiamo la griglia di partenza completa del Gran Premio del Messico.

Fila 1: 1. D. Ricciardo (Red Bull-Renault) 1:14.759/2. M. Verstappen (Red Bull Renault) +0”026

Fila 2: 3. L. Hamilton (Mercedes) +0”135/4. S. Vettel (Ferrari) +0”211

Fila 3: 5. V. Bottas (Mercedes) +0”401/6. K. Raikkonen (Ferrari) +0”571

Fila 4: 7. N. Hulkenberg (Renault) +1”068/8. C. Sainz (Renault) +1”325

Fila 5: 9. C. Leclerc (Sauber-Ferrari) +1”430/10. M. Ericsson (Sauber-Ferrari) +1”754

Fila 6: 11. E. Ocon (Force India-Mercedes)/12. F. Alonso (McLaren-Renault)

Fila 7: 13. S. Perez (Force India-Mercedes)/14. B. Hartley (Toro Rosso-Honda)

Fila 8: 16. S. Vandoorne (McLaren-Renault)/17. K. Magnussen (Haas-Ferrari)

Fila 9: 17. L. Stroll (Williams-Mercedes)/18. R. Grosjean* (Haas-Ferrari)

Fila 10: 19. S. Sirotkin (Williams-Mercedes)/20. P. Gasly** (Toro Rosso-Honda)

*3 posizioni di penalità

**15 posizioni di penalità

 

Bandiera a scacchi. Termina la Q3. Daniel Ricciardo ottiene la pole position in 1:14.759. Verstappen è secondo. Seconda fila per Hamilton e Vettel. Terza per Bottas e Raikkonen. Seguono le due Renault di Hulkenberg e Sainz e le Sauber di Leclerc ed Ericsson.

-2:18: Hamilton scende in pista alle spalle delle due Red Bull. L’ inglese della Mercedes sarà quindi l’ ultimo a far segnare il tempo.

-2:59: Raikkonen, Bottas e Vettel sono i primi piloti dei top team a scendere in pista.

-6:30: Alle spalle dei primi 6 ci sono Leclerc, Hulkenberg, Sainz ed Ericsson.Tutti i piloti sono ai box per cambiare pneumatici in vista del secondo tentativo.

-7:54: Verstappen ha la pole provvisoria in 1:14.785. Vettel è secondo a 1 decimo. Hamiotn 3° a 2 decimi davanti a Ricciardo, Bottas e Raikkonen.

-10:47: Escono dai box anche le due Red Bull. Tra poco avremo i primi tempi cronometrati.

-11:49: Le Ferrari scendono in pista per prime seguite dalle Mercedes.

Iniziata la Q3.

Q3

Bandiera a scacchi. Termina la Q2 con Verstappen al comando. Sono eliminati Ocon, Alonso, Perez, Hartley e Gasly.

-2:42: Anche Vettel e Ricciardo stanno rientrando in pista, insieme ai piloti a rischio taglio. Esce dai box anche Bottas.

-4:16: I piloti sono tutti ai box in questo momento. Tra la Sauber di Ericsson e la Toro Rosso di Hartley ci sono 6 decimi di distacco. Non sarà facile per i piloti momentaneamente eliminati entrare in Q3.

-5:53: Sono eliminati al momento Hartley, Perez, Ocon, Alonso e Gasly.

-8:43: Alle spalle dei primi 6 ci sono le due Renault di Sainz e Hulkenberg e le Sauber di Leclerc ed Ericsson.

-10:40: Verstappen in testa in 1:15.640. 4 millesimi su Hamilton e 75 su Vettel. Ricciardo è 4° a 2 decimi davanti a Bottas e Raikkonen.

-11:23: Hamilton realizza il miglior tempo in 1:15.644. Vettel 2° a 71 millesimi. Seguono Bottas a 2 decimi e Raikkonen a 3.

-13:19: Anche le Red Bull e Raikkonen vanno in pista con le ultrasoft.

-14:30: Subito in pista le Mercedes e Vettel con gomme ultrasoft.

Iniziata la Q2.

Q2

Bandiera a scacchi. Bottas ottiene il miglior tempo. Sono eliminati Grosjean, Vandoorne, Magnussen, Stroll e Sirotkin.

-1:00: La classifica vede le due Mercedes davanti alle due Red Bull e alla Ferrari di Vettel e Raikkonen.

-2:44: Bottas balza al comando in 1:15.580. Hamilton è 2° a 93 millesimi dal compagno di squadra.

-5:33: Al momento sono eliminati Vandoorne, Stroll, Sirotkin, Magnussen e Alonso. Allo spagnolo della Mclaren è stato cancellato il tempo per aver oltrepassato i limiti di pista.

-7:50: Verstappen balza in testa in 1:15.756. Un decimo più veloce di Ricciardo. Le due Red Bull sono le uniche a essere scese sotto il muro dell’ 1’16”.

-8:18: Ricciardo primo in 1:15.866. Due decimi su Vettel.

-10:00: Le due Red Bull si stanno lanciando ora per il primo giro cronometrato.

-10:53: Hamilton migliora il suo tempo ma rimane alle spalle delle due Ferrari. L’ inglese e 3° a 3 decimi da Vettel.

-11:35: Le due Red Bull sono ancora ferme ai box. Bottas migliora ma resta 4°, a 8 decimi da Vettel.

-13:47: Vettel segna il miglior tempo in 1:16.089. 4 decimi su Raikkonen, 6 su Hamilton e 1 secondo su Bottas.

-14:57: Gasly segna il primo tempo cronometrato in 1:17.786.

-16:56: Vanno in pista anche le due Mercedes e le due Ferrari.

-17:50: La Toro Rosso di Pierre Gasly è la prima vettura a scendere in pista.

Iniziata la Q1.

Q1

Siamo a 10 minuti dall’ inizio della sessione.

Mancano 30 minuti all’ inizio della sessione. Il cielo è nuvoloso sopra il tracciato di Mexico City. Al momento non sta piovendo, dopo le precipitazioni che sono cadute in mattinata. Bottas cambia motore dopo il problema idraulico accusato nella FP3. Il finlandese monterà la power unit già utilizzata ad Austin e non subirà quindi alcuna penalità. Sconteranno invece posizioni di penalità in griglia altri due piloti. Romain Grosjean pagherà tre posizioni di penalità a causa del contatto avuto con Charles Leclerc al primo giro del Gran Premio degli Stati Uniti che aveva costretto entrambi al ritiro. Pierre Gasly ne sconterà invece ben 15 per la sosituzione di diverse compenenti della power unit Honda della sua Toro Rosso.

Amici di Sport Paper, buonasera e benvenuti alla diretta scritta testuale delle qualifiche del Gran Premio del Messico. Pochi minuti fa sono terminate le FP3. Verstappen si è piazzato ancora davanti a tutti, realizzando il tempo di 1:16.284. Ha preceduto Hamilton e Vettel staccati di due decimi. Quarta e quinta posizione per Raikkonen e Ricciardo, staccati di 7 decimi dall’ olandese. Bottas ha realizzato solo il 18° tempo, a 2”5 di distacco. Il finlandese ha subito problemi idraulici sulla sua vettura.

Diciannovesimo appuntamento stagionale per il Mondiale di F1 2018. Si corre il Gran Premio del Messico. Teatro della gara, il circuito di Mexico City. Una corsa che fornisce a Lewis Hamilton il secondo match-point per chiudere i giochi per il titolo. Il pilota Mercedes ha 70 punti di vantaggio in Campionato su Sebastian Vettel, il più immediato inseguitore (346-276). All’ inglese basterà chiudere al 7° posto per aggiudicarsi il quinto Mondiale della sua carriera.

IL CIRCUITO DI MEXICO CITY

Il circuito di Mexico City ospita per il terzo anno consecutivo la Formula 1, da quando la gara del Paese centroamericano è tornata nel calendario iridato. La pista misura 4,304 km e viene percorsa in senso orario. E’ composta da 17 curve, 10 a destra e 7 a sinistra. Il primo settore è caratterizzato dal lungo rettilineo dei box e da una combinazione di tre curve in rapida successione. Si procede poi con un altro allungo dove si entra nel secondo settore. Questo punto del tracciato è caratterizzato dalle famose “Esses“, una serie di chicane in rapida successione dove è molto difficile mantenere la traiettoria ideale. L’ ultimo settore è invece decisamente tortuoso e comprende il passaggio nello stadio. La parte conclusiva del tracciato comprende una serie di curve lente. Nel complesso è una pista decisamente sporca al di fuori della traiettoria ideale. Fondamentale il bilanciamento della vettura sopratutto nel settore centrale, dove la monoposto tende a scivolare verso l’ esterno. Sul lungo rettilineo dei box, le prestazioni delle power unit possono essere condizionate dall’ altitudine. Ricordiamo che la capitale del Messico si trova a oltre 2000 mt sul livello del mare.

I RISULTATI DELLE PROVE LIBERE DI IERI

I risultati delle prove libere di ieri hanno messo in mostra una Red Bull molto competitiva. Max Verstappen e Daniel Ricciardo hanno dominato entrambe le sessioni, conquistando i due migliori tempi di giornata. L’ olandese è stato il più veloce, girando in 1:16.656. L’ australiano si è piazzato alle sue spalle, con due decimi di ritardo. Ottimo terzo tempo per la Renault di Carlos Sainz, seguito dalla Ferrari di Sebastian Vettel e dall’ altra Renault di Nico Hulkenberg. La Casa francese piazza 4 power unit nei primi 5 posti della classifica, mostrando che l’ altitudine di Città del Messico annulla il gap di prestazioni rispetto a Ferrari e Mercedes. Lewis Hamilton è solo 7°, alle spalle anche della Toro Rosso di Brendon Hartley. Alle sue spalle, l’ altra Rossa di Kimi Raikkonen e la seconda Freccia d’ Argento affidata a Valtteri Bottas. La top 10 è stata chiusa dalla Force India dell’ idolo di casa Sergio Perez.

Sul passo gara, Ferrari e Mercedes sembrano molto vicine. Entrambe le scuderie protagoniste della stagione, però, su questa pista sembrano costrette a inseguire la Red Bull.

ph: Activa