Finisce zero a zero tra Lazio e Hellas Verona

108
LUIS ALBERTO RAMMARICATO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Finisce zero a zero tra Lazio e Hellas Verona

Nella partita di recupero della diciassettesima giornata di campionato, finisce zero a zero tra Lazio e Hellas Verona. Le due squadre non si fanno male, ed escono dallo Stadio Olimpico spartendosi la posta. I padroni di casa riducono di un punto lo svantaggio con Juventus e Inter, mentre gli ospiti rimangono agganciati al sesto posto, per la corsa all’Europa Leaugue. Zero a zero tra Lazio e Hellas Verona.

La sfortuna

A giocare un ruolo determinante è stata anche la sfortuna. Nel primo tempo entrambe le squadre si rendono protagoniste di azioni pericolose, con entrambi i portieri che sono costretti a metterci i guantoni. Più Silvestri però, che compie prima una parata “ordinaria” su Immobile, e poi un vero e proprio miracolo su Luis Alberto. Si va così negli spogliatoio con il risultato sullo zero a zero.

Un altro palo

Nel secondo tempo la musica cambia: La Lazio sale, e il Verona si abbassa in difesa di un punto prezioso, colpendo comunque in contropiede ogni volta che se ne presenti occasione. La Lazio va di nuovo vicina al goal, sempre con Luis Alberto, che viene però fermato da un altro palo. Per il fantasista spagnolo, autore di una grande prestazione, non è stata una serata fortunata. Nel finale la Lazio spinge al massimo il piede sull’acceleratore, cercando di portare a casa tre punti preziosi. Inizia cosi il pressing offensivo in area degli avversari, e sempre dai piedi del suo numero dieci, arriva un’altra grande occasione. Silvestri però si fa trovare pronto, e compie un’altra grandissima parata. Entrambe le squadre escono dall’incontro con la consapevolezza di aver disputato una buona gara. La Lazio rimane agganciata al treno scudetto, e affronterà con serenità la trasferta di Parma, mentre il Verona, esce dalla trasferta con la consapevolezza di aver fermato una delle migliori squadre del campionato.

Ph: Salvatore Fornelli