Fiorentina, infortunio Ribery: necessaria l’operazione

34

FIORENTINA, INFORTUNIO RIBERY- Brutte notizie in casa Fiorentina. Franck Ribery, uscito anzitempo durante la sfida tra la “Viola” e il Lecce, aveva subito una lesione di primo/secondo grado a carico del legamento mediale della caviglia destra. Inizialmente per il francese era previsto uno stop di 2 settimane. L’ex fuoriclasse del Bayern Monaco, però, sentiva ancora molto dolore e si è sottoposto ad una visita specialistica. L’esito è stato reso pubblico dalla Fiorentina: “Il calciatore Franck Ribéry è stato sottoposto in data odierna a controllo specialistico visto il persistere della sintomatologia dolorosa in alcune situazioni di carico Al fine di risolvere il problema e rendere più rapidi i tempi dell’ attività agonistica è stato proposto un trattamento di stabilizzazione chirurgica dell’articolazione che verrà effettuato nelle prossime ore. Al termine della procedura verrano resi noti i tempi di ripresa dell’attività agonistica”. Il trentaseienne dovrebbe restare ai box per almeno due mesi. Senza il grande colpo del mercato estivo bisognerà trovare una nuova soluzione.

FIORENTINA, INFORTUNIO RIBERY: LE SOLUZIONI DI MONTELLA

Vincenzo Montella ha spesso schierato un 3-5-2 con Ribery e Chiesa come uomini più avanzati. La Fiorentina ha ben figurato e ha ottenuto vittorie e punti importanti. Da diverse settimane, però, la formazione gigliata non sta brillando e sta vivendo un momento alquanto difficile. Con Ribery fuori per squalifica prima, e per infortunio poi, Vincenzo Montella potrebbe optare per un cambio di modulo. Il 4-3-3 potrebbe essere una soluzione interessante, con gente come Sottil e Ghezzal pronti a spingere sulle corsie laterali. I tifosi sono delusi dalle quattro sconfitte consecutive e servirà un cambio di rotta. Il calendario, però, non sorride: nelle prossime due partite la Fiorentina sfiderà prima la lanciatissima Inter di Antonio Conte e poi la Roma di Fonseca.