Garcia: “Tutto da guadagnare, anche la Juve ha punti deboli”

88

Rudi Garcia ha parlato in conferenza stampa a Trigoria, alla viglia dell’attesissimo big match scudetto in casa della Juventus: “Partita decisiva per lo scudetto? Non lo so – risponde il tecnico giallorosso -, non è la gara di domani che darà una risposta. Noi abbiamo una squadra forte, con punti forti e punti deboli. Ma la stessa cosa vale per la Juve… Una cosa importante è che andremo a Torino per vincere, come faremo sempre. Andremo lì per essere protagonisti: loro giocano in casa e questo forse è un vantaggio, ma se tutti pensano che la partita sia già persa significa che abbiamo tutto da guadagnare. Sono tutti pronti, solo Balzaretti è ancora infortunato (non è stato convocato, ndr, al suo posto in campo Dodò) ma spero di ritrovarlo la settimana prossima”.

Sarà della partita invece Florenzi, nonostante i problemi alla schiena, anche se il centrocampista dovrebbe partire dalla panchina: “Alessandro sarà con noi domani. Ieri abbiamo preferito fare attenzione, ma oggi sta bene e si è allenato“. Sulle polemiche arbitrali preventive: “È una gara tra due grandi squadre, un grande arbitro, ma vincerà il migliore, che non è detto che lo sia anche a fine stagione…”. A chi gli ricorda la promessa non mantenuta di Capello (“Io mai alla Juventus“) prima di sedersi sulla panchina bianconera, l’ex tecnico del Lille glissa: “È un corso di storia per me, scusate se non ho studiato molto il campionato italiano. Io alla Juve? Sono al 100% nel progetto Roma“.