Giro d’Italia 2018, guida alla prima settimana di gare

102

Il Giro d’Italia 2018 prenderà via da Israele il 4 Maggio. Gerusalemme ospiterà la presentazione delle squadre e la consueta gara a cronometro che quasi ogni anno da il via alla corsa rosa. La prima maglia rosa verrà assegnata al vincitore di un percorso di 9,7 km; gara molto ondulata e con pochi rettilinei. Fondamentale sarà la capacità di guida del mezzo, dato che i continui sali e scendi non permetteranno agli atleti le solite posizioni aerodinamiche a lungo. Favoriti: Rohan Dennis, Tom Dumoulin

Le tappe del Giro d’Italia 2018

Le due restanti giornate in terra santa, saranno pane per i denti dei velocisti. La prima tappa, quella di sabato 5 Maggio,vedrà la carovana partire da Haifa alla volta di Tel Aviv. Strade ampie e pianeggianti con un solo e GPM in tutti i 167 km di gara. Viviani potrebbe fare il colpaccio. La seconda Tappa pianeggiante invece sarà di 229 km  e partirà da Be’er Sheva fino a Eilat. Probabile volata anche in questa frazione di gara, dove sicuramente i delusi della giornata precedente cercheranno di prendersi una rivincita.

Il 7 Maggio sarà giorno di riposo per gli atleti, che avranno tutto il tempo di spostarsi da Israele verso la Sicilia, dove partirà il giorno seguente la 4a tappa del Giro d’Italia 2018.

Martedì 8 Maggio, si partirà da Catania per raggiungere Caltagirone. 191 km di tappa molto mossa, continui sali e scendi e qualche tratto di salita impegnativa. Dopo aver lasciato la provincia di Catania, il gruppone toccherà una parte di Siracusano, fino a Palazzolo Acreide, per risalire nuovamente in provincia di Catania e affrontare la salita finale verso Caltagirone, città famosa per le sue ceramiche, esportate in tutto il mondo. I due GPM di Pietre Calde e Vizzini, non sono così impegnativi da fare grossa selezione, anche se le continue salite che caratterizzano questa tappa, possono prendere qualcuno alla sprovvista.

Mercoledì 9 Maggio vedrà la carovana rosa attraversare la costa occidentale della Sicilia. Partenza da Agrigento, precisamente dalla splendida Valle dei Templi, patrimonio dell’Unesco in direzione di Santa Ninfa, nella Valle del Belice, 152 i km totali. Tappa non molto impegnativa per i corridori, che, cercheranno di risparmiare le forze in vista del giorno seguente.

Giovedì 10 Maggio, vedrà come protagonista sua Maestà l’Etna. Questa tappa, sarà la tappa regina della prima settimana del Giro d’Italia 2018. Dopo essere partiti da Caltanissetta, i ciclisti attraverseranno due province siciliane, fino a tornare nel catanese, dove passata la cittadina di Paternò, inizierà una lunghissima salita di 25 km fino all’Osservatorio Astrofisico posizionato a 1736 metri sull’ Etna. La corsa rosa è sarà al suo quinto arrivo sul vulcano, ma quello di quest’anno, sarà un traguardo inedito. In questa tappa i tifosi si aspetteranno i primi attacchi da parte dei favoriti per la vittoria finale.