Golden State-San Antonio 113-92: i californiani dominano in gara 1

54

I Golden State Warriors dominano e vincono il primo match di questi playoff NBA 2018. I ragazzi di Kerr mostrano, nonostante l’assenza di un uomo fondamentale come Curry, di essere una squadra superiore alla media. Da applausi le varie giocate difensive, gli aiuti, la grinta e la caparbietà dei campioni in carica. Da rivedere San Antonio: senza Leonard gli Spurs hanno poche chance di passare il turno ma Popovich dovrà trovare qualche aggiustamento per rendere le partite almeno più equilibrate. Kevin Durant e Klay Thompson giocano una grande partita: l’ex OKC mette a referto 24 punti, 9 rimbalzi e 7 assist mentre il nativo di Los Angeles chiude con 27 punti e una precisione chirurgica dal campo (11/13 totale, 5/6 dall’arco). I californiani riescono a limitare LaMarcus Aldridge, uomo più pericoloso dei texani, limitandolo a 14 punti e 5/12 dal campo.

GOLDEN STATE-SAN ANTONIO: LA PARTITA 

Stev Kerr sorprende tutti lanciano Iguodala e McGee in quintetto. Quest’ultimo dimostra subito una grande voglia e difende meravigliosamente. La squadra di casa limita gli avversari che chiudono un primo quarto con appena 17 punti a referto. Nel secondo quarto gli uomini di Popovich provano una reazione con Ginobili ma Durant e Thompson segnano canestri a ripetizione e non lasciano spazio ad una rimonta avversaria. Nel terzo quarto Thompson e Green segnano triple pesanti e aumentano il margine tra le due squadre a 20 punti. Per i Warriors anche la panchina gira alla grande e il calo di concentrazione non arriva. A 12 minuti dal termine, i texani sono costretti ad alzare già bandiera bianca. Dopo un paio di triple di Klay, gli allenatori richiamano in panchina tutti i titolari e cala il sipario sulla partita. Gli ultimi minuti si trasformano in un lungo garbage time. La seconda sfida tra le due squadre è in programma martedì 17 aprile alle ore 4:30 (naturalmente orari e date italiane).