Il Milan supera lo Spezia 3 a 0 e da il benvenuto a Seedorf

86

Honda

Il nuovo Milan riparte bene. Doveva vincere e vittoria è stata, i rossoneri, battono 3-0 lo Spezia e passano il turno in Coppa Italia conquistando l’accesso ai quarti di finale. Il primo Milan senza Massimiliano Allegri vince e per certi versi convince. In panchina per questa occasione, in attesa dell’arrivo ufficiale di Clarence Seedorf, è andato lo storico allenatore in seconda del club di via Turati, Marco Tassotti. La squadra, seppur contro un avversario nettamente inferiore come lo Spezia, ha saputo rispondere presente, non ha avuto cali di concentrazione e, senza eccessivi sforzi ha raggiunto l’obiettivo. Dopo una prima parte di match noiosa e poco entusiasmante, che poteva far preoccupare i tifosi rossoneri ed esaltare i 6000 spezzini presenti a San Siro, il Milan ha piano piano preso in mano il controllo del match. Pazzini, apparso rinato rispetto alle ultime uscite, è stata la vera e propria spina nel fianco della retroguardia ligure, e al 28’ proprio dai suoi piedi parte un assist perfetto per Robinho, il brasiliano si fa trovare al posto giusto al momento giusto e apre le marcature. Per lo Spezia, fino a quel momento fermo ed intimorito dall’avversario e dallo storico campo, è una doccia fredda. Gli uomini di Cozzi non riesco no a reagire e due minuti più tardi arriva il raddoppio. Poli vola sull’out destro, cross al centro e mezza rovesciata perfetta di Pazzini che batte Leali. Gli ospiti sotto di due gol sembrerebbero ormai sconfitti, ma, visto anche i precedenti di domenica sera col Sassuolo, la compagine di Tassotti non vuole sbagliare, al 34’ Cesare Bovo, vecchia conoscenza della serie A, impegna la difesa di casa su un azione da calcio ‘angolo, la retroguardia rossonera però è attenta e sventa ogni pericolo, fantasmi compresi. La prima frazione termina così, nella ripresa è sempre il Milan a fare la partita e lo Spezia a provare a riaprirla in contropiede.

Il Milan non vuole e non può sbagliare e allora al 47’ Montolivo da fuori impegna Leali, il numero uno bianconero respinge corto e sulla ribattuta arriva Honda che realizza il suo primo gol in Italia, 3-0. La gara si chiude virtualmente, c’è tempo per i cambi, da una parte e dall’altra e per l’arrivo in tribuna proprio del nuovo tecnico rossonero, Seedorf, accolto da un forte applauso da parte di tutto lo stadio. Nel finale però arriva anche l’ultima emozione del match, il gol della bandiera per lo Spezia, lo segna Ferrari al 90’ che raccoglie una palla vagante in area di rigore e con una girata batte Abbiati, per quello che molto probabilmente resterà un gol storico della società spezina. Termina così, 3-1 il Milan torna a vincere e continua la sua avventura in coppa Italia. Seedorf avrà tanto lavoro da fare, una stagione da salvare ma soprattutto tre competizioni da onorare, non sarà facile, ma questo Milan ha le capacità per risollevarsi.

 

ph: Roselli/Komunicare.it